ALDO DE CHIARA / E’ IL NUOVO PRESIDENTE ONORARIO DI ITALIA NOSTRA-CAMPANIA 

Condividi questo articolo

Aldo De Chiara è il nuovo Presidente onorario di Italia Nostra. Una nomina che più azzeccata non si può, visto che si tratta di una figura storica, tra i ranghi della magistratura, sul fronte del contrasto alla criminalità organizzata e all’abusivismo edilizio in Campania.

Mitici quegli anni ’80 alla Pretura di Napoli, autentico avamposto – con De Chiara in prima linea – per fronteggiare l’assalto di cosche e clan al territorio, quel ‘cemento selvaggio’ che ha imperversato per anni.

Tanto che a Napoli all’epoca spuntarono come funghi interi quartieri fuorilegge.

Scrive il consiglio regionale di Italia Nostra nel motivare la nomina: “Negli anni del post terremoto del 1980, in particolare, la sua opera di contrasto all’abusivismo edilizio è stata di fondamentale importanza: è possibile affermare che non esiste pressochè sentenza di condanna di quegli anni che non porti la sua firma”.

Non solo impegnato sul fronte di lotta alla camorra, De Chiara, ma anche un ottimo ‘organizzatore’. E’ al suo costante impegno, infatti, che si deve la mastodontica opera di trasferimento – a fine anni ’80, primi ’90 – di tutti gli uffici giudiziaria di Napoli dallo storicoPalazzo di Giustizia, nel cuore antico di Napoli, alla avveniristica sede del Centro Direzionale. Con un occhio attento, soprattutto, al sempre bollente versante di appalti & subappalti, controlli e verifiche.

Nel primo numero della Voce, uscito ad aprile 1984, lo intervistammo proprio per ricostruire una mappa del neoabusivismo a Napoli. Ecco il titolo: “Mattone impazzito” e il sommario: “Da ottobre ad oggi il già devastato territorio cittadino ha subito ulteriori e irreparabili colpi. E’ del 30 per cento circa l’aumento delle costruzioni illegali”.

E nell’incipit, guarda caso, si parlava proprio di Italia Nostra: “Prima di ottobre – precisa Aldo De Chiara, uno dei pretori più decisi a combattere il fenomeno – avevamo una media di 500 denunce al mese per costruzioni abusive. Ora oltrepassiamo in media le 1.000”. E la Voce commentava: “Le cifre di Italia Nostra parlano di un aumento del 300 per cento”.

Negli anni seguenti abbiamo più volte intervistato De Chiara. Il quale poi, negli anni ’90, è diventata una delle colonne della Voce, prendendo parte sia al suo ‘comitato scientifico’ che firmando per due anni (il 1996 e il 1997) una rubrica titolata “In nome della toga”.

Nei prossimi giorni pubblicheremo alcuni di quegli interventi che ancora oggi conservano una grande attualità.

Di seguito potete leggere un’intervista a De Chiara sul “Decreto semplificazioni” pubblicato sul sito di Italia Nostra a luglio 2020.

E un intervento firmato sempre dal magistrato su “Le dure battaglie contro l’abusivismo e l’illegalità”, uscito sul bollettino di Italia Nostra a dicembre 2019.

Ma anche oggi, pur lasciata la magistratura, Aldo De Chiara continua a svolgere un ruolo fondamentale nel contrasto alle illegalità. E’ infatti consulente della Commissione Parlamentare Antimafia.

 

Nella foto, Aldo De Chiara riceve il Premio Umberto Zanotti Bianco 2019.

 

 

DI SEGUITO IL COMUNICATO STAMPA DI ITALIA NOSTRA E, IN ALLEGATO, L’ARTICOLO DI ALDO DE CHIARA

 

Comunicato stampa

Roma, 21 febbraio 2022

 

Aldo De Chiara Presidente Onorario Italia Nostra Campania

Nuove nomine

 

Il 18 u.s. il Consiglio regionale della Campania di italia Nostra ha votato la copertura delle cariche ancora vacanti. Eletti, tutti all’unanimità:

Vicepresidenti, Raffaella Di Leo e Luigi De Falco;

Segretario esecutivo, Luigi de Lisio;

Responsabile Educazione, Maria Rosaria Iacono.

 

Il CR ha poi deciso di eleggere il dott. Aldo de Chiara Presidente onorario di italia Nostra Campania, il quale, non presente al momento della discussione, ha oggi accettato l’inatteso impegno. Aldo De Chiara, già magistrato e procuratore generale vicario presso la Corte d’appello di Salerno, attualmente consulente della Commissione parlamentare Antimafia, è stato premiato nel 2019 da Italia Nostra con il Premio Umberto Zanotti Bianco, il premio che l’Associazione assegna ogni due anni ai servitori della Stato che si sono distinti per impegno e capacità per il Patrimonio culturale e il Paesaggio italiano. Figura esemplare di magistrato che ha dedicato la sua carriera alla lotta contro la criminalità organizzata e contro l’abusivismo edilizio in Campania, da sempre punto di riferimento di Italia Nostra e tutte le associazioni impegnate contro l’illegalità, la sua azione si è dispiegata nell’interesse pubblico. Negli anni del post-terremoto del 1980, in particolare, la sua opera di contrasto all’abusivismo edilizio è stata di fondamentale importanza: è possibile affermare che non esiste pressoché sentenza di condanna di quegli anni che non porti la sua firma.

A novembre 2022 scadrà il triennio del regionale Campania, ma intanto incalzano difficili appuntamenti istituzionali e il CR ha ritenuto in tal modo rafforzare il sostegno al suo presidente Massimo Maresca, e al Segretario regionale Francesco Santoro, ai quali rinnova l’ampia fiducia.

.

 

L’ARTICOLO DI ALDO DE CHIARA ALLEGATO AL COMUNICATO DI ITALIA NOSTRA

Articolo Alde De Chiara bollettino 506

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento