UCRAINA / SCENDONO IN CAMPO ANCHE I NAZI

Condividi questo articolo

I militari britannici mobilitati da sette anni in Ucraina con l’Operazione Orbital stanno cominciando ad addestrare anche un migliaio di unità neonaziste arruolate dalla ‘Guardia Nazionale Ucraina’ (NGU).

Una notizia non poco clamorosa ma evidentemente oscurata dal mainstream occidentale, tutto teso ad enfatizzare le manovre d’invasione russe inventate di sana pianta e oscurare le fake news quotidianamente diffuse dalla Casa Bianca e dai suoi alleati.

Ma leggiamo cosa scrive il reporter di controinformazione britannico Mark Kennard.

Orbital, lanciato nel 2015, finora ha addestrato solo le forze armate regolari ucraine. Espanderlo per includere la Guardia Nazionale Ucraina sarebbe controverso, a causa della sensibilità intorno alle simpatie di estrema destra di alcune sue unità”.

“La NGU è stata costituita nel 2014 per incorporare una serie di battaglioni paramilitari e volontari che stavano combattendo i separatisti filo-russi nell’Ucraina orientale. Ciò includeva un’unità neonazista, il ‘Battaglione Azov’, che ha un migliaio di soldati. I combattenti di Azov sono stati raffigurati nell’Ucraina orientale con insegne naziste come svastiche e rune delle SS sui loro elmetti. Il fondatore del battaglione ha affermato che l’Ucraina ‘dovrebbe guidare le razze bianche del mondo in una crociata finale contro Untermenschen (subumani, ndr) guidati dai semiti’”.

Continua Kennard. “Il rapporto della NGU nomina il tenente colonnello Andy Cox, vice comandante di Orbital. E cita una frase di Cox, che ‘l’esercito britannico è pronto a coinvolgere i rappresentanti della Guardia nazionale ucraina nelle attività di addestramento condotte oggi per le unità delle forze armate, per sviluppare le loro capacità di combattimento’. Cox aggiunge: ‘Stiamo attualmente valutando la formazione con la Guardia nazionale ucraina sulle operazioni di difesa e sul lavoro degli ufficiali di stato maggiore’. E prosegue: ‘Inizieremo questo lavoro con l’inclusione dei rappresentanti della NGU nelle attività di addestramento che sono già state condotte da istruttori britannici in alcune unità delle forze armate ucraine”.

Lo stemma della NGU. In apertura militari britannici in Ucraina per l’Operazione Orbital

Il rapporto rivela che i comandanti britannici “conoscevano la storia della creazione, i compiti e la struttura della Guardia nazionale ucraina, le peculiarità delle operazioni di combattimento delle unità NGU, nonché il suo ruolo e posto nella sicurezza e nella difesa dello Stato”.

Prosegue il reportage di Kennard: “Altri eserciti della NATO stanno collaborando con la NGU. Quasi 2.000 combattenti NGU sono stati addestrati dall’esercito canadese nell’ambito della ‘Operazione Unifier’ iniziata nel 2015”.

Ancora. “Ma non è solo la NGU ucraina ad essere collegata all’estremismo di destra. Nel 2015, Dmytro Yarosh, allora leader di un partito di estrema destra, ‘Settore Destro’, è stato nominato consigliere militare del colonnello Viktor Muzhenko, allora capo di stato maggiore ucraino. Yarosh è il comandante del ramo paramilitare del ‘Settore Destro’, l’Esercito Volontario Ucraino, che non è mai passato sotto il controllo del governo”.

Prosegue l’inquietante ricostruzione. “A novembre Yarosh ha riferito di essere stato nominato consigliere di Valery Zaluzhny, comandante in capo delle forze armate ucraine. Yarosh si definisce un seguace di Stepan Bandera, un militante nazionalista ucraino e collaboratore nazista durante le seconda guerra mondiale. Quando i nazisti invasero l’URSS nel giugno 1941, i seguaci di Bandera uccisero 4.000 ebrei a Leopoli, una città nell’Ucraina occidentale, in pochi giorni, usando armi che andavano dalle pistole ai pali di metallo. Si stima che durante l’Olocausto siano stati uccisi fino a 1,6 milioni di ebrei ucraini”.

Non è ancora finita, perché un rapporto redatto nel 2021 dall’Istituto per gli studi europei, russi ed eurasiatici della George Washington University,

ha scoperto un altro gruppo di estrema destra, ‘Centuria’, “che si vantava   – commenta Matt Kennard – che suoi membri prestavano attualmente servizio come ufficiali nell’esercito ucraino”.

“Secondo il rapporto, sono riusciti a stabilire una cooperazione con colleghi stranieri di paesi come Francia, Regno Uniti, Canada, Stati Uniti, Germania e Polonia”.

E così conclude il giornalista britannico: “Il rapporto della George Washington ha rilevato che un membro di Centuria aveva ricevuto 11 mesi di addestramento per ufficiali presso la struttura di addestramento militare d’elite britannica ‘Sandhurst’, laureandosi nel 2020. Finora, l’Operazione Orbital britannica ha addestrato 22.000 membri delle forze armate ucraine. Nel 2020 tale formazione è stata ampliata per incorporare una più ampia capacità operativa e orientata alle capacità marittime e aeree”.

Ma tutto questo i cittadini che abitano nei paesi NATO non devono saperlo: perché dei massacri nazi è opportuno parlare solo nel giorno della Memoria.

Condividi questo articolo

Lascia un commento