“…Voglio restare solo”

Condividi questo articolo

Per età e indiscusso status sessuale di maschio, conforta escludere che il disagio psicofisico della nausea che mi affligge sia l’effetto collaterale di un’inaspettata gravidanza. Ottimismo per l’esito fausto del malessere ricavato al parere dotto di un noto virologo consultato via Facebook: “No” ha risposto” la nausea non è un sintomo del Covid-19”. Evviva. Esclusa la scomoda ipotesi, l’appello alla memoria perché aiuti a spiegare l’inquietante causa dello stomaco in sofferenza e l’appello non rimane inascoltato. I primi sintomi del malessere hanno coinciso a tarda sera, un secondo dopo aver acceso il televisore e averlo sintonizzato sulle news di Murdock. Detto con l’abituale garbo professionale rimbalza la notizia del centrodestra unito nel proporre l’‘impresentabile’ in corsa per il Quirinale. A seguire il no di Pd, 5Stelle, Ue. A schermo pieno incombe il faccione di ‘meno male che Silvio c’è’, pienotto da incontinenza culinaria e fisiologicamente raggrinzito, a dispetto dei ‘ritocchini’ restauratori del passato. A seguire il ‘no’  di Pd, 5Stelle, Ue. Un moto di sana repulsione ordina comunque di cancellare immagine e notizia. In piena Coerenza, il telecomando pesca la rivisitazione dei un vecchio film comico. Rimosse dalla memoria queste divertenti varianti dell’offerta mediatica, frullano in testa, non privi di ragionevoli perché, spezzoni di ‘Perdere l’amore’, ultra noto successo di Ranieri: E adesso andate via, voglio restare solo’ (sì, basta Tg e salotti Tv sul caso del Berlusconi post Mattarella) …‘perché scegliesti me’ (e già, perché?) …lasciami gridare…prendere a sassate tutti i sogni ancora in volo (altro che sogni, incubi!) …e ammetto che sbagliavo, chissà che pretendevo (ma va, l’ha capito?) …‘quando si fa sera’ ‘quando sopra il viso c’è una ruga che non c’era’ (una, ma si guarda allo specchio?) …‘provi a ragionare, fai l’indifferente, fino a che t’accorgi che non sei servito a niente’ (bravo, c’è arrivato anche lui) tu…‘e vorresti urlare’…’sbattere la testa mille volte contro il muro’ (ma via , non faccia così) …‘dire è tutta colpa del destino’ (comodo, eh?) …‘raccogli i cocci di una vita immaginaria’ (praticamente di un’allucinazione!) …‘ripeti non me l’aspettavo’…’e adesso che rimane’ (lo chieda a Salvini) …‘un uomo troppo solo’ (ma no, tranquillo, le faranno compagnia Iva Zanicchi, Vittorio Sgarbi, Tajani, la cagnolina Gilda. Stia su con il morale, altrimenti, come canta Ranieri, ‘può scoppiarti il cuore’. Musica terapeutica, nausea spazzata via da ‘Perdere l’amore’

Condividi questo articolo

Lascia un commento