LO STILE MACRON / ECCO A VOI IL SUO “EMMERDER LES NON VACCINES”

Condividi questo articolo

Scoppia il putiferio in Francia per i triviali insulti pronunciati non da un bottegaio della banlieu parigina, ma dal sempre educatino capo dell’Eliseo Emmanuel Macron contro i non vaccinati.

Titola il quotidiano ‘Le Parisien’ che per primo ha riportato la clamorosa esternazione: “Emmerder le non-vaccinés: le coup risqué de Macron”. E il sottotitolo: “Le frasi del Capo di Stato hanno suscitato un fiume di reazioni nella classe politica e presso gli antivax. Una strategia per polarizzare l’attenzione ad alto rischio”.

Il titolo di Le Parisien

Per valutare meglio il tutto, ecco la frase pronunciata dal Presidente francese nella sua completezza: “Ebbene, i non vaccinati, ho una gran voglia di ‘emmerder’. Bisogna continuare a fare così, ecco la strategia. E dunque, bisogna dir loro: a partire dal 15 gennaio voi non potete più andare al ristorante, voi non potete più andare a bere nei caffè, voi non potete andare più a teatro, voi non potete andare più al cinema…”.

E poi: “Quando la mia libertà viene minacciata, chi la minaccia diventa un irresponsabile. Un irresponsabile non è più un cittadino”.

Analizziamo più in dettaglio il significato della parola “emmerder”, il fiore all’occhiello del Gentil Presidente.

I traduttori ne dicono un po’ di tutti i colori: smerdare, fra arrabbiare, far incazzare, rompere le palle, scocciare.

Può risultare utile una sbirciatina al ‘Collins’ per una traduzione franco-inglese: si va dal classico ‘fuck off’ (vaffanculo), al più soft ‘go to hell’ (vai all’inferno), e al più greve ‘piss off’ (vai a cagare, levati dal cazzo/coglioni, fuori dalle palle/coglioni).

Parole e traduzioni che lasciano poco spazio ai dubbi e non fanno pensare che Macron abbia frequentato le aule della Sorbona.

Perché mai, allora, nelle molteplici rassegne stampa durante la notte tra il 5 e il 6 gennaio, la notte della Befana, i commentatori non osavano pronunciare quella parola, ‘emmerder’, né si cimentavano in una minima traduzione?

Forse perché gli stessi titoli dei nostri quotidiani erano… timidi, ritrosi o chissà cosa?

Forse per timor reverenziale nei confronti di quel Macron col quale il premier Mario Draghi ha appena firmato un super accordo di collaborazione tra i due paesi?

Scorriamo, a questo punto, le traduzioni/interpretazioni operate dai nostri media.

Titola il Corriere della Sera: “Macron: ‘Ho voglia di infastidire i no vax’.

Dunque, per il prestigioso quotidiano di via Solferino ‘emmerder’ vuol dire ‘infastidire’. Bene. Procediamo.

Sky Tg24 legge così: “Macron: ‘Voglio far arrabbiare i no vax, è la mia strategia”. ‘Emmerder’ dunque, sotto i cieli griffati Murdoch, significa ‘far arrabbiare’. Ok. Sotto un altro.

Rai News 24: “La strategia di Macron contro i no vax: ‘voglio farli arrabbiare davvero’. Sintonia piena tra le due corazzate dell’etere: ma la nostra osa addirittura aggiungere un ‘davvero’.

Scova la chiave storica del Macron-pensiero il Tempo diretto da Franco Bechis: “Emmanuel Macron si crede Napoleone e attacca i poveri no-vax”.

Forse più azzeccato – tanto per non scomodare un calibro come Napoleone – il paragone con il più modesto generale francese Pierre Cambronne, che agli ufficiali inglesi rispose con un roboante ‘Merde!”.

E proprio gli inglesi, con aria di superiorità, glissano su tutta la story. L’autorevole ‘The Guardian’, infatti, apre con il giallo Djokovic e non dedica neanche un titoletto al sempre più raffinato Macron.

Condividi questo articolo

Un commento su “LO STILE MACRON / ECCO A VOI IL SUO “EMMERDER LES NON VACCINES””

Lascia un commento