LA 7 ATLANTIDE / ARIA FRITTA SULLA PANDEMIA

Condividi questo articolo

Aria fritta e rifritta in onda su La 7 via ‘Atlantide files’.

Lo strombazzato video “The virus: what went wrong”, realizzato e prodotto da Martin Smith e Marcela Gavila, infatti, fa flop, è un deja vu al cubo.

Di misteri svelati e neppure sfiorati neanche l’ombra, nonostante la promessa nel sottotitolo coniato da Andrea Purgatori, “I misteri del Covid”.

Una estenuante carrellata di interviste via skype a caterve di medici, ricercatori, politici, funzionari a stelle e strisce, tutti interrogati sulla stessa litania: come mai l’America una volta tanto non è first, ma arriva in ritardo per contrastare la pandemia? E giù la solita sfilza di accuse a Donald Trump, il facile e rituale capro espiatorio.

Fa capolino, spesso e volentieri nel video, il volto di Anthony Fauci, anche lui subito pronto a gettare acqua sul fuoco. Ma niente più.

Nessuna parola, neanche una sillaba, sulla collaborazione attiva fornita proprio da Fauci per le famigerate ricerche nel super laboratorio di Wuhan, tramite i finanziamenti del ‘suo’ NIAID (‘National Insitute for Allergy and Infectious Deseases’). Né sul ruolo giocato, in tutta la partita, dalla ‘EcoHealth Alliance’.

Tanto meno sul suo timoniere, Peter Daszak, che guarda caso ha guidato la inutile (già si sapeva) missione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità a Wuhan, per accertare i fatti.

E men che mai si sognano, i due autori, di fare almeno una capatina nelle vicinanze del super laboratorio militare di Fort Detrick, dove ne hanno combinate di tutti i colori. Un laboratorio addirittura chiuso a giugno 2019 per un grave incidente, quindi oltre 6 mesi prima dello scoppio ufficiale della pandemia. Si parla del Maryland, nel reportage: e perché nessun cenno a Fort Detrick, che proprio nel cuore del Maryland si trova? Ai contagi e ai focolai di quella bollente estate 2019 proprio nell’area?

Nessuna notizia, poi, sulla pista che porta alla ‘catena del freddo’, ai prodotti congelati ‘border line’, per via di possibili contaminazioni di origine sempre militare, e poi esportati proprio in Cina. Niente.

Eppure di mezzi ne avevano, Smith e Gavila, che nella vita sono marito e moglie, con cinque figli al seguito. Lui autore, scrittore, produttore di grido; ha firmato una cinquantina di documentari per CBS News, ABC News, PBS Frontline, quindi ha fondato RAIN Media, la quale a sua volta ora fornisce i suoi preziosi e costosi video proprio ad ABC.

Ma la montagna, stavolta, ha prodotto un autentico topolino. Neppure un

un pipistrello…

Condividi questo articolo

Lascia un commento