Fermate le vaccinazioni o sarà una catastrofe!

Condividi questo articolo

Geert Vanden Bossche ex responsabile del programma senior della Bill and Melinda Gates Foundation  in Vaccine Discovery, ex capo dell’Ufficio per lo sviluppo dei vaccini per l’equivalente tedesco del CDC e professore universitario,  ha rilasciato una lettera aperta  alla comunità scientifica e al mondo avvertendo che il presente programma di vaccinazione di massa potrebbe “spazzare via gran parte della nostra popolazione umana”.

Il dottor Geert Vanden Bossche  scrive nella sua  Lettera aperta , che sottopone alla comunità scientifica mondiale per una discussione aperta:

Geert Vanden Bossche

“… Sta diventando sempre più difficile immaginare come le conseguenze dell’ampio ed errato intervento umano in questa pandemia non stiano per spazzare via gran parte della nostra popolazione umana. Si potrebbe pensare solo a pochissime altre strategie per raggiungere lo stesso livello di efficienza nel trasformare un virus relativamente innocuo in un’arma biologica di distruzione di massa … “

Sebbene la scienza alla base della sua spiegazione sia alquanto complessa, Bossche sostiene che i soggetti vaccinati e le persone sieropositive con Covid-19 perderanno “sia la loro difesa immunitaria acquisita che quella innata contro il Covid-19”.  (Lettera aperta del Dr. Bossche su Twitter)La nuova tecnologia nei vaccini che non è mai stata provata prima sulle persone, la tecnologia dell’mRNA, ha portato finora, secondo una piattaforma di segnalazione gestita dal CDC, a  oltre 1.000 morti  forse, ma non per certo, legate alle vaccinazioni e quasi 20.000 “eventi avversi”. Il sistema è il Vaccine Adverse Events Reporting System. Una delle migliori risorse per seguire gli eventi avversi è il sito web di Barbara Loe Fisher  The Vaccine Reaction .

Geert Vanden Bossche ha conseguito il DVM presso la Facoltà di Veterinaria di Ghent e il PhD in Virologia presso l’Università di Hohenheim, Stoccarda. Dopo la sua formazione post-dottorato in Virologia, Immunologia e Biologia Molecolare presso la Libera Università di Berlino e l’Università di Hohenheim (Germania), ha ricevuto la Venia Legendi e successivamente ha ricoperto incarichi di facoltà a contratto presso l’Università di Hohenheim (Germania), l’Università di Leuven (Belgio) e la Facoltà europea di igiene ambientale presso l’Università di Ghent (Belgio). È quindi passato all’industria dei vaccini per ricoprire vari ruoli senior nello sviluppo di vaccini sia precoci che tardivi (GSK, Novartis, Solvay). Nel 2008 è entrato a far parte della Bill & Melinda Gates Foundation di Seattle per ricoprire il ruolo di Senior Program Officer in Vaccine Discovery for Global Health. Inoltre, ha anche fondato UNIVAC LLC, una società di vaccini start-up, e ha coordinato il programma per il vaccino contro l’Ebola per conto di GAVI. Attualmente è il capo dell’Ufficio per lo sviluppo dei vaccini presso il Centro tedesco per la ricerca sulle infezioni (DZIF) in Germania. È certificato in Virologia e Microbiologia, autore di oltre 30 pubblicazioni e inventore di una domanda di brevetto per vaccini universali. Ha presentato argomenti relativi ai vaccini e agli adiuvanti in numerosi congressi internazionali.

Esprimendo sincere preoccupazioni se la vaccinazione fosse la cosa giusta da fare contro questo coronavirus mutante super intelligente, ha dichiarato: “Se vai in guerra, assicurati di avere l’arma giusta al momento giusto contro il nemico che hai già avuto modo di conoscere e studiare”.

Avverte inoltre che la vaccinazione:

  • Crea più casi asintomatici per diffondere il virus in quanto i vaccini non prevengono l’infezione e la trasmissione;
  • Sopprime semplicemente i sintomi di COVID-19 e può prevenire il ricovero in ospedale e le morti. Ma a che prezzo?
  • stimola solo gli anticorpi antigene-specifici indotti artificialmente e non le cellule natural killer (NK) necessarie per neutralizzare efficacemente il coronavirus;
  • Consente agli anticorpi antigene-specifici, che potrebbero non funzionare su nuove varianti, di rimanere permanentemente e competere con, minare e persino distruggere le cellule NK guerriere capaci e leali;
  • Aiuta a creare nuove varianti e “insegna” al virus la “fuga immunitaria virale”; e
  • È una situazione di “sconfitta” pericolosa a tutti i livelli, sottolineando che affrontare il coronavirus e la pandemia deve essere basato sulla scienza.

In poche parole, se non siamo cauti, l’umanità – di fronte a una “catastrofe globale senza eguali” – subirà in modo esponenziale questo virus “imperatore”.

Nel giugno 2020, Ken Frazier, CEO di Merck, ha implorato la necessità di comprendere meglio il coronavirus prima di affrettarsi per una soluzione rapida tramite i vaccini. (Merck è il gold standard per lo sviluppo di vaccini e aveva prodotto quattro dei sette vaccini di successo nella storia del mondo).
Merck è stata abbastanza onesta da rinunciare al suo programma di sviluppo del vaccino COVID-19 a questo virus mutante “imperatore” per concentrarsi su un trattamento o una cura.

Il direttore dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha affermato in un rapporto della CNN del 2 marzo che i guadagni ottenuti negli Stati Uniti, inclusa la vaccinazione con mRNA, potrebbero essere spazzati via da nuove varianti. Questo supporta l’avvertimento del dottor Bossche.

Il National Institutes of Health (NIH) del governo degli Stati Uniti ha confermato che il vaccino a mRNA è una forma di terapia genica, un approccio che può comportare “gravi rischi per la salute, come tossicità, infiammazione e cancro”.

Ci sono già molti casi segnalati in tutto il mondo di decessi inspiegabili e affetti da gravi effetti collaterali dopo l’assunzione del prodotto Pfizer.

 

FONTE

DATABASE ITALIA

Condividi questo articolo

Lascia un commento