CDC acchiappato con le mani nel sacco a cancellare 6.000 morti per il vaccino COVID

Condividi questo articolo

Il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) dovrebbe essere la principale voce della ragione scientifica degli Stati Uniti di fronte alla pandemia globale, ma una recente rivelazione rivela che i dati che presenta alla gente, in particolare quando si tratta di vittime legate ai vaccini, sono al meglio discutibili.

 

Il costante cambiamento delle regole e delle linee guida del CDC intorno al COVID ha reso alcuni stanchi e dubbiosi della sua autorità. Questo è anche in parte dovuto al fatto che mentre il CDC traccia meticolosamente chi ha e chi non ha ricevuto un vaccino COVID negli Stati Uniti, non è riuscito a far luce su coloro che hanno sofferto grandi effetti collaterali dai vaccini sperimentali o addirittura sono morti per questo.

 

C’è stata un’enorme mancanza di spinta per le indagini e gli studi su coloro che sono deceduti dopo aver ricevuto un vaccino COVID. Ma i cittadini possono tenere traccia attraverso il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), un database co-gestito dal CDC e dalla FDA.

 

Il ruolo del VAERS è quello di “[accettare] e [analizzare] le segnalazioni di eventi avversi (possibili effetti collaterali) dopo che una persona ha ricevuto una vaccinazione”. Si tratta di un “sistema di segnalazione passivo” che “si basa su individui che inviano segnalazioni delle loro esperienze al CDC e alla FDA”.

 

Qui sta il problema: il database VAERS ha mostrato venerdì che ci sono stati 11.140 decessi segnalati dal vaccino COVID nei soli Stati Uniti, ha riferito il Gateway Pundit. Questa cifra mostra un leggero aumento rispetto ai 9.125 decessi segnalati la settimana scorsa.

 

Mercoledì, il CDC ha aggiornato il suo sito web per indicare che “negli Stati Uniti dal 14 dicembre 2020 al 19 luglio 2021, …VAERS ha ricevuto 6.207 segnalazioni di morte (0,0018%) tra le persone che hanno ricevuto un vaccino COVID-19”.

 

Il 19 luglio, lunedì, tuttavia, lo stesso sito web, ha mostrato che “VAERS ha ricevuto 12.313 segnalazioni di morte (0,0036%) tra le persone che hanno ricevuto un vaccino COVID-19.” Si tratta di uno sconcertante 6.000 morti post-vaccinazione. Questo aggiornamento può essere visto presso l’Internet Archive.

 

I numeri sono stati nuovamente cambiati più tardi nello stesso giorno, con il numero di morti sceso di nuovo a 6.079. Vale la pena notare che le date sono state anche cambiate per coprire solo le morti post-vaccinazione tra il 14 dicembre 2020 e il 13 luglio 2021.

 

Se i dati che sono stati cambiati sono accurati, potrebbe significare che 6.000 persone vaccinate sono morte tra il 13 e il 19 luglio, che è un periodo di soli sei giorni.

Infowars ha riferito che un informatore ha recentemente intentato una causa dicendo che VAERS sottovaluta le morti legate ai vaccini di un fattore di almeno cinque, il che significa che il numero reale di morti da vaccino COVID dovrebbe essere di circa 45.000.

 

La questione della sicurezza e dell’efficacia dei vaccini è importante ora più che mai con la stagione del ritorno a scuola all’orizzonte e con la FDA che sta considerando di estendere l’ammissibilità del vaccino ai bambini.

 

Ma il Wall Street Journal ha alcune riserve sull’avere bambini vaccinati contro il COVID, sostenendo che le politiche del governo stanno influenzando i bambini sulla base di una statistica: il numero di bambini sotto i 18 anni che sono morti con un codice di diagnosi COVID nel loro record. Quella statistica è 335. Il rapporto ha messo in dubbio il fatto che il CDC non sia riuscito a “[ricercare] ogni morte per scoprire se COVID l’ha causata o se ha coinvolto una condizione medica preesistente”.

 

Invece, il comitato consultivo CDC sulle pratiche di immunizzazione è andato avanti a maggio a decidere che le due dosi di vaccino COVID “superano i rischi per tutti i ragazzi dai 12 ai 15 anni”.

 

Marty Makary ha scritto per il WSJ: “Ho scritto centinaia di studi medici peer-reviewed, e non riesco a pensare a nessun editore di riviste che accetterebbe l’affermazione che 335 morti sono state causate da un virus senza dati che indichino se il virus era accidentale o causale, e senza un’analisi dei fattori di rischio rilevanti come l’obesità”.

 

FONTE

articolo di Olivia Cavallaro

Pubblicato da Christianiy Daily

https://www.christianitydaily.com/articles/12678/20210723/cdc-caught-deleting-6-000-covid-vaccine-deaths-from-vaers-website-report-says.htm

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento