Vaccini – L’allarme di Malone, creatore della tecnologia m-RNA

Condividi questo articolo

Nel segmento qui sotto su Tucker Carlson Tonight di ieri sera, il commentatore di Fox News Tucker Carlson ha intervistato il dottor Robert Malone, creatore della tecnologia dei vaccini mRNA, sulla sua opinione che i vaccini COVID non sarebbero sicuri per alcune persone, e sul fatto che YouTube lo ha censurato per aver parlato della sicurezza dei vaccini.

 

YouTube ha eliminato un episodio del podcast Dark Horse che conteneva un’intervista con Malone, nonostante Malone sia probabilmente «la persona più qualificata del pianeta» per discutere dei rischi dei vaccini, ha spiegato Carlson. «Malone ha contribuito a creare la tecnologia mRNA usata nei vaccini COVID».

 

Robert Malone

Malone ha detto a Carlson che è preoccupato per la sicurezza del vaccino nei giovani che sono a basso rischio di ammalarsi seriamente o di morire a causa del COVID.

 

Il commento di Malone segue la notizia di questa settimana che neanche 24 ore dopo l’aggiornamento della guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) su chi dovrebbe ricevere il vaccino COVID – contenente la dichiarazione: «I bambini non dovrebbero essere vaccinati per il momento»  – dove l’OMS ha rimosso appunto la dichiarazione stessa. La guida revisionata ora dice che i vaccini sono «adatti all’uso» da parte dei bambini «oltre i 12 anni».

 

Malone ha detto a Carlson:

«Una delle mie preoccupazioni è che il governo non è trasparente con noi. Sono dell’opinione che la gente abbia il diritto di decidere se accettare o meno i vaccini, soprattutto perché si tratta di vaccini sperimentali. Questo è un diritto fondamentale che ha a che fare con l’etica della ricerca clinica».

Sappiamo che ci sono dei rischi, ma è difficile valutarli perché il governo non sta raccogliendo i dati «in modo sufficientemente rigoroso», ha detto Malone. «Non abbiamo le informazioni necessarie per prendere una decisione ragionevole».

 

Malone ha detto che l’analisi rischi-benefici non è stata fatta.

 

«Normalmente, in questa fase, il Comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione del Centers for Disease Control and Prevention avrebbe eseguito queste analisi rischio-beneficio», ha detto Malone. «[Le indicazioni] sarebbero basate sui dati e sulla scienza. Ora non lo sono».

 

Carlson ha anche evidenziato uno studio norvegese che collega il vaccino Pfizer alla morte di diversi residenti di case di riposo.

 

«Normalmente, in questa fase, il Comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione del CDC avrebbe eseguito queste analisi rischio-beneficio», ha detto Malone. «[Le indicazioni] sarebbero basate sui dati e sulla scienza. Ora non lo sono».

Lo studio ha scoperto che dei primi 100 decessi riportati nei residenti delle case di riposo che hanno ricevuto il vaccino Pfizer, 10 erano «probabilmente» dovuti al vaccino.

 

Altre 26 morti sono state «possibilmente» causate dal vaccino, hanno detto gli autori dello studio.

 

 

FONTE

Renovatio21

Children’s Health Defense.

Condividi questo articolo

Lascia un commento