CANADA / LA “SPECIAL CARD” VACCINALE PER LA CASTA

Condividi questo articolo

In Canada tornano le caste.

Il ministro della salute dell’Ontario, Christine Elliott, ha infatti annunciato che la provincia ha in programma di implementare quello che viene già definito come “un sistema di casta” che inquadra i cittadini e determina le loro attività legalmente consentite, in base al fatto che siano state vaccinati o meno per il coronavirus.

Il ministro Elliott ha spiegato che, secondo il sistema pianificato, le persone vaccinate per il Covid 19 riceveranno una “special card” – una sorta di passaporto per le vaccinazioni – il cui possesso verrà regolarmente richiesto per esercitare qualsiasi attività o fare qualsiasi altra cosa della vita quotidiana.

“La carta sarà molto importante – sostiene – per le persone che hanno motivi di viaggio e di lavoro, per andare a teatri o cinema o in qualsiasi altro luogo in cui le persone saranno in più stretto contatto fisico quando supereranno il peggio della pandemia”.

Il ragionamento portato avanti dal ministro e dal suo governo in soldoni è questo: milioni e milioni di dollari vengono spesi in tutto il mondo per finanziare la corsa alla produzione di massa dei vaccini. Ma molti non intendono sottoporsi allo stesso vaccino. Per superare queste resistenze, hanno pensato bene di introdurre la special card, un vero e proprio obbligo mascherato.

 

nella foto Christine Elliott

Condividi questo articolo

Lascia un commento