PANDEMIA / LE “SCIENTIFICHE” FOLLIE DELL’OMS

Condividi questo articolo

Poche idee, all’Organizzazione Mondiale per la Sanità, ma estremamente confuse. E, soprattutto, pericolose. Perché dimostrano una totale ignoranza sui problemi della pandemia e un totale brancolar nel buio.

Risulta quindi facilmente manovrabile, l’OMS, da chi invece la sa lunga, come il suo grande “azionista” di riferimento, Bill Gates, secondo solo – pensate un po’ – agli Stati Uniti!

La dimostrazione palese viene dalle fresche dichiarazioni del direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus. Forse causate dalla calura estiva.

Ecco le sue parole. “La pandemia da Covid 19 non verrà debellata prima di due anni. Come ci vollero due anni, nel 1918, per sconfiggere la Spagnola”.

Praticamente la stessa, funesta previsione di Bill Gates nel corso di un’intervista rilasciata all’Economist, la ‘prestigiosa’ rivista di casa Rockfeller. Gates ha parlato di “milioni di morti fino al termine della pandemia”, previsto non prima di fine 2021. Mese più mese meno, siamo lì.

Non contento, il vertice OMS rincara la dose: “Ma rispetto a cento anni fa ora ci sono più commistioni che permettono una maggiore diffusione del virus. Anche se allo stesso tempo abbiamo più tecnologia e più conoscenze per fermarlo”.

Cose che neanche un alunno delle scuole inferiori si sognerebbe di dire. Ma all’OMS “conviene” avere un capo nelle vesti di “utile idiota”, un pupazzo nelle mani di Bill Gates & C.

Non basta, perché ci vuole la chicca finale. Eccola servita. Proclama Ghebreyesus: “Il vaccino anti Covid sarà uno strumento utile e speriamo di averne uno il prima possibile. Ma non c’è alcuna garanzia che lo avremo. E anche se dovessimo averlo, non metterà fine da solo alla pandemia”.

Ci avete capito qualcosa?

Tenete presente che si tratta di parole pronunciate ufficialmente dal numero uno dell’Organizzazione che vigila sui destini sanitari di tutta l’umanità.

Siamo in “ottime” mani. Pronte per consegnarci all’“Apocalisse” che Bill Gates profetizza.

 

Nella foto Tedros Adhanom Ghebreyesus

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento