TRASPORTI IN CAMPANIA / IL J’ACCUSE DEL DIFENSORE CIVICO

Condividi questo articolo

Trasporti sempre nell’occhio del ciclone a Napoli e in Campania, ormai da anni regolarmente fanalino di coda nelle classifiche nazionali sull’efficienza dei trasporti pubblici.

Stavolta nel mirino finisce l’EAV, quel vecchio carrozzone da prima repubblica (si tratta dell’Ente Autonomo Volturno un tempo di matrice socialista) poi riconvertito in un organismo pigliatutto sul fronte dei trasporti regionali.

A presiederlo, da tempo, un fedelissimo del PD, Umberto De Gregorio. Il quale è stato anche nominato dal consiglio d’amministrazione direttore generale dell’ente. E, non soddisfatto delle poltrone già accumulate, a gennaio del 2020, il presidente-direttore s’è anche autonominato Direttore delle Risorse Umane e dell’Organizzazione. Proprio come un tempo faceva Totò…

A denunciare l’incredibile stato di cose è adesso il Difensore Civico della Campania, l’avvocato Giuseppe Fortunato, insediato nella sua carica da un paio d’anni e già autore di svariate denunce a tutela dei cittadini vessati dalla pubblica amministrazione.

Stavolta nel mirino c’è la gestione sgarrupata del sempre carrozzone EAV, il cui servizio continua ad esser sempre più disastroso e di qualità inconcepibile per un paese che osi definirsi civile. E autentico feudo di clientelismi & auto-nomine da brividi.

Di seguito, in PDF il testo integrale dell’esposto presentato dal Difensore Civico al procuratore capo del tribunale di Napoli, al numero uno della Corte dei Conti, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e ai vertici dello stesso EAV.

Ne potete leggere delle belle.

 

LEGGI IL PDF

ricorso n179

 

Nella foto Umberto De Gregorio

Condividi questo articolo

Lascia un commento