BAYER-MONSANTO / 40 MILIONI DI MULTA PER IL GLIFOSATO KILLER

Condividi questo articolo

Altra maxi multa per Bayer-Monsanto. Il colosso che produce il glifosato killer stavolta deve versare 40 milioni di dollari in seguito ad una class action promossa da un gruppo di agricoltori presso il tribunale di Kansas City, in Missouri.

L’azione giudiziaria era finalizzata a denunciare la pubblicità ingannevole utilizzata per promuovere il famigerato RoudUp, il fertilizzante a base di glifosato.

Gli agricoltori, infatti, hanno denunciato quella pubblicità secondo cui il glifosato avrebbe avuto un impatto nocivo solo sulle piante. Invece, ormai tutti gli studi concordano – e ovviamente quelli presentati in giudizio – sul fatto che il glifosato incide negativamente su un enzima nell’uomo e negli animali, un enzima che rafforza il sistema immunitario, la digestione e la funzione cerebrale.

L’esito della class action comprende anche l’obbligo di modificare l’etichettatura del RoudUp, secondo cui il glifosato colpisce solo un enzima presente nelle piante.

La transazione, ovviamente, non incide sul corso delle altre migliaia (oltre 13 mila, secondo le stime più aggiornate) di cause intentate presso i tribunali americani da privati cittadini al fine di ottenere un risarcimento per aver contratto patologie cancerogene legate all’utilizzo del glifosato.

Condividi questo articolo

Lascia un commento