BAGGIANATE / IL PICCO DEL MANIFESTO

Condividi questo articolo

Ricordate il mitico “Manifesto” che veniva divorato in modo famelico da tutti i sessantottini e non solo?

Pane ottimo, e quotidiano, per tutte le intellighenzie affamate di culture alternative?

Bene. E’ stato epico, il giornale di lotta voluto da Pintor, Rossanda, Parlato & C.

Peccato sia oggi ridotto a uno sgarrupato foglietto di periferia culturale, costretto ad arrangiarsi fra testi improbabili e titoli di fortuna.

Così succede che l’edizione on line del 25 marzo apra con un clamoroso “Febbre stazionaria, in appesa del picco”.

Ma azzera anche il cervello, Covid-19?

E fa strage anche di quel poco che resta della lingua?

In APPESA del picco.

Certo, il picco, anzi il picchio, un volatile che tutto osserva, è ormai APPESO al chiodo, ha smesso per il momento anche lui di planare.

Tra picchi e fagiani, a quando la prossima baggianata?

Condividi questo articolo

Lascia un commento