DOMENICO ARCURI / CHI E’ IL NEO COMMISSARIO PER IL CORONAVIRUS

Condividi questo articolo

Nominato dal premier Giuseppe Conte il nuovo commissario per l’emergenza Coronavirus che batte una fitta concorrenza (Guido Bertolaso, Gianni De Gennaro, Walter Ricciardi).

Si tratta di Domenico Arcuri, da un decennio al vertice di Invitalia, il carrozzone di Stato chiamato spesso e volentieri a mettere pezze a colori su antichi e mai risolti bubboni, per fare un solo esempio il caso Italsider di Bagnoli che si trascina quasi trent’anni e ha visto volatilizzarsi decine e decine di miliardi prima di lire e poi di euro.

Nacque a metà anni ’90, Invitalia, allora denominata Sviluppo Italia. Alla guida il grand commis Massimo Caputi, all’epoca legato a filo doppio con Paolo Cirino Pomicino e con il suo braccio destro, il faccendiere Vincenzo Maria Greco. Poi Caputi è diventato il reuccio dei Fondi, creando prima Fimit, poi Prelios quindi Feidos.

Nel corso degli anni Invitalia è passata ad interessarsi di non poco altro. Come alberghi, in sinergia con il gruppo Marcegaglia, ad esempio, in Sardegna.

E soprattutto porticcioli, disseminati in mezza Italia.

E’ istruttiva, a questo punto, la lettura di un’inchiesta scritta dalla Voce 5 anni fa, ad agosto 2015, e dedicata proprio all’affare porti gestito da Invitalia. Si intitolava, “Italia batte Grecia / Come ti svendo i porti agli ‘amici’”.

 

LEGGI ANCHE

 

ITALIA BATTE GRECIA / COME TI SVENDO I PORTI AGLI “AMICI”

 di Andrea Cinquegrani

Come ti comincio a svendere l’Italia, pezzo per pezzo, boccone per boccone. Tutti a bordo, si inizia dai porti. Proprio come sta succedendo in Grecia. E proprio qualche big dell’ex parastato che avrebbe dovuto “valorizzare” (sic) il nostro patrimonio e le bellezze naturali sta per fare la parte del leone. Peggio che nell’ex Unione sovietica …read more →

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento