STATI UNITI / IN PRIMAVERA MAXI “INVASIONE” EUROPEA

Condividi questo articolo

Non solo Space Cowboys agli ordini del generalissimo Donald Trump. Non soltanto la super Forza Speciale Spaziale per dominare il globo e strabattere le velleità dei due grandi avversari, Cina e Russia.

Adesso gli Usa stanno preparando il più grande dispiegamento di forze militari mai visto al mondo da venticinque anni ad oggi.

Appuntamento in Europa per la primavera prossima, attraverso la mega operazione “Defender Europe 20, organizzata, of course, sotto i vessilli della sempre umanitaria Nato.

Saranno 37 mila le unità previste in totale: soldati, attrezzature, mezzi, una simulazione di una risposta ad un atto di guerra.

Spiegano al Pentagono: “L’esercitazione aumenterà la prontezza strategica e l’interoperabilità, mettendo alla prova la capacità dell’esercito americano di spostare rapidamente una grande forza da combattimento di soldati ed equipaggiamenti dagli Stati Uniti all’Europa e, al fianco di alleati e partner, rispondere rapidamente ad una potenziale crisi”.

Charles Flynn

Chiarisce il vice capo dello staff della Us Army, generale Charles Flynn: “Defender Europe 20 è una grande opportunità per dimostrare la capacità ineguagliabile dell’esercito americano di proiettare rapidamente forze in tutto il mondo mentre opera a fianco dei nostri alleati e partner in più domini contestati”.

Giorni fa il capo della Stato maggiore delle forze armate russe, Valerij Gerasimov, aveva dichiarato che le imponenti esercitazioni militari condotte dai paesi membri della Nato indicano che l’Alleanza atlantica si sta preparando ad un conflitto militare su larga scala.

E la Polonia rappresenterà per gli Usa l’avamposto strategico europeo. La US Army Europe, infatti, ha reso noto che la 1st Cavalry Division creerà in Polonia un quartier generale avanzato, secondo quanto previsto dalla Joint Declaration on Advancing Defense Cooperation di fine settembre, quando Trump e il presidente polacco Andrzey Duda si sono incontrati a margine dell’Assemblea generale dell’Onu. Soldati e truppe di “The first Team” – uno dei reparti pluridecorati dell’esercito a stelle e strisce – resteranno a Poznan anche dopo Defender Europe 2020.

Un paese strategico, la Polonia, non poco corteggiato negli ultimi tempi anche dai cinesi, sotto il profilo economico.

Condividi questo articolo

Lascia un commento