BOLSONARO & C. / TUTTI GLI AFFARI DEL “CLAN”

Condividi questo articolo

Sotto i riflettori della magistratura brasiliana le spericolate manovre del cosiddetto “clan Bolsonaro”, una lunghissima catena di parenti & amici strettissimi del presidente Jair Bolsonaro e di suo figlio, il senatore Flavio Bolsonaro.

Ecco cosa scrive un sito di controinformazione carioca. “Nell’ambito di un caso di riciclaggio di denaro e di diversione di fondi pubblici, la procura brasiliana ha fatto irruzione in proprietà di numerosi ex consiglieri del senatore Flavio Bolsonaro, figlio del presidente. L’operazione si verifica a seguito di un’indagine contro di lui e dozzine di ex collaboratori, durante il suo periodo come legislatore regionale di Rio de Janeiro dal 2003 al 2018”.

Prosegue la ricostruzione: “Tra i soggetti coinvolti vi sono anche nove parenti di Ana Cristina Valle, che a quel tempo era sposata con Jair Bolsonaro”.

Ancora: “Le autorità brasiliane hanno avviato indagini dopo aver individuato movimenti bancari sospetti nei conti di Flavio e in quelli di 74 persone che sono state assunte all’Assemblea legislativadi Rio de Janeiro, dove sono comparse formalmente in qualità di consiglieri del senatore Bolsonaro”.

Una delle figure chiave è quella dell’ex capo della sicurezza di Flavio, Fabricio Queiroz, il cui conto bancario ha ricevuto circa 300 mila dollari per un anno, il che è considerato sospetto perché il suo reddito annuale non superava i 60 mila dollari”.

Attraverso azioni compiute da Queiroz, Flavio Bolsonaro assunse funzionari ‘fantasma’ per il suo gabinetto. Una volta che questi contratti furono conclusi, hanno intascato gli stipendi di funzionari inesistenti”.

Ed ecco la chicca: “L’indagine giudiziaria sul riciclaggio di danaro del clan Bolsonaro e sul programma di diversione dei fondi pubblici è iniziata a luglio 2018, ma è stata tenuta nascosta (per non dire altro) per garantire la vittoria del candidato presidenziale di estrema destra”: così scrive il quotidiano argentino ‘Pagina’”.

 

nella foto Flavio Bolsonaro

Condividi questo articolo

Lascia un commento