INGHILTERRA / IN STATO PRECARIO 1 SCUOLA SU 5

Condividi questo articolo

1 scuola su 5 in Inghilterra è in precarie condizioni e avrebbe bisogno di urgenti interventi di messa in sicurezza e riqualificazione. Ma tali interventi vengono eternamente rinviati e non effettuati per via dei tagli alla spesa pubblica.

E’ l’allarme lanciato da molti insegnanti e famiglie inglesi, che si lamentano di tante, troppe situazioni di disagio per chi deve frequentare ogni giorno ambienti educativi non idonei e anche pericolosi.

Le cifre sullo stato comatoso dell’edilizia scolastica sono documentate da un reportage del Guardian, che non solo fornisce una serie di cifre da brivido, ma intervista molti insegnanti, alunni e genitori ai limiti dell’esasperazione.

Ecco qualche numero significativo.

1 scuola su 5 è in situazione precaria e necessita di interventi urgenti. 4.000 mila sono state ritenute bisognevoli di interventi urgenti da un team di tecnici qualificati.

Una percentuale ancor maggiore di scuole non è in regola con la documentazione prevista dalla legge.

Le mancanze sono di tutti i tipi. Tetti volanti o pericolanti, pareti cadenti o umide, finestre e infissi spesso e volentieri mancanti o inutilizzabili, servizi igienici ai limiti. Per non parlare del freddo e del gelo che costringono spesso alunni e maestri a portarsi coperte da casa; topi e ratti usi frequentare con assiduità le aule, senza contare la presenza dell’amianto che caratterizza molte strutture scolastiche.

Un mix tremendo, mentre il governo chiude i rubinetti della spesa e lascia che la situazione raggiunga livelli di non ritorno. Con un quinto tondo dell’edilizia scolastica tutto da rifare.

Tanto per consolarci, perciò, non solo l’Italia è afflitta da problemi inammissibili per un paese che voglia definirsi civile.

Condividi questo articolo

Lascia un commento