VENEZUELA / IL MILIARDARIO GUAIDO’ E LA SUA BAND

Condividi questo articolo

Juan Guaidò, il mancato golpista in Venezuela e altri 37 deputati dell’opposizione sono accusasti di corruzione dal presidente della Corte dei Conti di Caracas, Elvis Amoroso. 

Il quale ha lanciato un vero e proprio j’accuse: “Guaidò è diventato miliardario con i soldi dei venezuelani”.  

Il presidente della Corte ha invitato tutti i cittadini e i media ad “essere vigili” di fronte agli scandali sulla corruzione che indicano direttamente il deputato Guaidò e altri 37 oppositori, ai quali del resto la Soprintendenza delle Istituzioni del Settore Bancario (Sudeban) ha bloccato i conti correnti. Tutti – secondo Amoroso ed anche la Sudeban – fanno parte di una “banda di criminali” diretta dall’autoproclamato Guaidò per “giocare” con i soldi dei venezuelani.

La Corte dei Conti di Caracas ha inoltre riferito di aver inabilitato e congelato i conti bancari di tre deputati, un sindaco in esilio e il procuratore generale in esilio, oltre a dichiarare nulle le designazioni fatte da Guaidò del consiglio d’amministrazione della controllata PDVSA negli Stati Uniti, CITGO.

Ancora. Amososo ha rivelato che sono state aperte una procedura di revisione patrimoniale e una revisione dei fascicoli amministrative; e che è stato rilevato l’occultamento o la falsificazione delle informazioni nella presentazione delle dichiarazioni giurate di patrimonio.

Condividi questo articolo

Lascia un commento