CRIMESTOPPERS/ TRENT’ANNI A LONDRA. E DA NOI?

Condividi questo articolo

Sempre in prima linea contro la delinquenza organizzata e individuale, in Inghilterra, a trent’anni dalla sua istituzione, CrimeStoppers, un’associazione (una ‘charity) messa in piedi grazie all’apporto di imprenditori, commercianti, negozianti, associazioni, cittadini per fronteggiare fenomeni criminali, dai delitti alle violenze di ogni tipo.

Il principio base è quello di poter informare le forze di Scotland Yard in “perfetto anonimato”, senza perciò esporre chi denuncia ad alcuna ritorsione possibile. E’ questa la chiave del successo di CrimeStoppersnon solo a Londra ma in tutta l’Inghilterra.

Ecco alcune frasi chiave che si possono vedere anche attraverso il sito. “Give Crime Information Anonymously”. “Non domandiamo mai – viene spiegato – alcuna informazione personale su chi denuncia. Né è consentita alcuna intercettazione. Chiamateci in modo anonimo sulla nostra ‘online form’”.

CrimeStoppers. Parla con noi. Stai sicuro”.

Esistono poi altri settori, come quello su ricercati (“Most Wanted”) e i loro complici (“Get Involved”), per poter segnalare senza alcun pericolo, sempre in via assolutamente anonima.

Oltre vent’anni fa, nel 1996, la Vocevenne a sapere dell’iniziativa da un grande amico inglese che per anni ha collaborato con il nostro mensile, lo storico e politologo inglese Percy Allum. Tornato da un soggiorno nella sua Gran Bretagna, Percy ci raccontò per filo e per segno dei CrimeStoppers, illustrandoci i successi di quella iniziativa.

Cosa di meglio che proporla per una realtà ancor più complicata, come quella di Napoli? Detto fatto, realizzammo un piccolo progetto, basato sull’istituzione di un numero verde, collocato presso la Questura di Napoli, presidiato 24 ore su 24, al quale chiunque poteva telefonare, in perfetto anonimato. Promuovemmo all’epoca una piccola campagna pubblicitaria e l’iniziativa per il primo anno ebbe notevoli risultati, consentendo non poche azioni, soprattutto antiracket, in diversi quartieri di Napoli. Ma i media locali se ne fregarono, all’epoca, di appoggiare l’iniziativa, che era certo e solo di interesse pubblico, non privato.

Se ne fregarono di far conoscere quel numero 081.5519999, inserendolo caso mai tra i numeri di pubblica utilità. E l’iniziativa, appunto, dopo un anno si spense.

Quando si dice: mai cose concrete. Solo marce, marcette e convegnucoli…

Condividi questo articolo

Lascia un commento