JOHNSON & JOHNSON / FRA ANTIDEPRESSIVI SPRAY E DANNI MILIARDARI

Condividi questo articolo

La potente Federal Drug and Administration americana ha appena dato disco verde ad un antidepressivo sotto forma di spray nasale. Il fresco farmaco si chiama “Spravato”, un prodotto chimicamente molto simile alla ketamina, un anestetico di cui si è fatto abuso, utilizzato anche come droga.

Il trattamento – viene sottolineato negli ambienti medici – prevede una serie di avvertenze molto severe, con l’indicazione, come di rito, di una sfilza di effetti collaterali possibili, che vanno dal semplice difetto di attenzione agli impulsi suicidi.

La spray, comunque, andrà associato ad un antidepressivo orale sotto la supervisione medica. La FDA per ora ha previsto un sistema di distribuzione limitato. Forse per vedere l’effetto che fa…

A quanto pare lo spray è indicato per trattare la depressione in pazienti che non hanno beneficiato di due o più antidepressivi.

Sostiene Tiffany Farchione del Centro per la valutazione e la ricerca sulla droga della FDA: “C’è una necessità di trattamenti efficaci aggiuntivi per combattere la depressione resistente al trattamento, una condizione grave e pericolosa per la vita”.

Affidarsi alle “cure” di Johnson & Johnson, comunque, non pare la soluzione più idonea.

La star di Big Pharma, infatti, ha di recente battuto un record da Guinness: la sanzione più pesante nella storia farmaceutica, una multa da 8 miliardi di dollari per la causa intentata da un paziente che ha fatto uso di un’altra griffe della casa, Risperdal, un antipsicotico. Il paziente lo aveva utilizzato fin da ragazzo e dopo anni s’è ritrovato con le mammelle sensibilmente ingrossate, una ginecomastia in piena regola. Da qui si è risaliti alle possibili cause e dopo una lunga battaglia giudiziaria il tribunale di Philadelphia ha condannato Big Johnson alla penale arcimiliardaria. La motivazione? Essere consapevole dei rischi e non aver messo in guardia i medici.

Da sottolineare che dopo la storica sentenza, sta per giungere nelle aule dei tribunali statunitensi uno tsunami da 13 mila azioni di risarcimento.

Forse Johnson e Johnson spera di rifarsi con i guadagni per lo spray…

Condividi questo articolo

Lascia un commento