ECUMENISMO / IL DODICESIMO APPUNTAMENTO DI MORRA

Condividi questo articolo

Ecumenismo. Unità tra le culture cristiane. Solidarietà nei confronti degli ultimi.

Soni i temi cardine ai quali si ispira l’annuale incontro dei “Vespri” che si svolge a Morra, poco distante da Città di Castello, il 13 ottobre.

E’ promosso dall’ordine dei cavalieri di San David del Galles, Sant’Albano e San Crescentino, in collaborazione con la confraternita del santissimo Sacramento di Morra.

Il vertice dell’Ordine anglicano Jonathan Boardman con Papa Francesco. In apertura è con monsignor Domenico Cancian.

I due vertici dell’ordine britannico, David Hamid e Jonathan Boardman, ospiteranno monsignor Domenico Cancian, vescovo a Città di Castello. Cancian è anche membro della Commissione episcopale per il clero e la vita consacrata, nonché delegato CEI per la divina misericordia in Italia.

Nota uno storico: “L’incontro ha sempre riscosso una sentita partecipazione e oggi assume una particolare rilevanza per un concreto raggiungimento dell’unità dei cristiani. La ricerca ecumenica, come ricordato da Benedetto XVI e ribadito da papa Francesco, ha molteplici finalità. La ricerca convinta, appassionata e tenace per trovare l’unità nella verità, per escogitare modelli di unità, per illuminare i punti oscuri in ordine al raggiungimento dell’unità stessa. E questo nel necessario dialogo teologico. In quell’ecumenismo spirituale che costituisce il cuore pulsante di tutto il cammino: l’unità dei cristiani”.

 

 

 

LEGGI ANCHE

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento