Follia tra cultura ed emergenza – Domani alla Fondazione Premio Napoli il libro di Nicola Graziano

Condividi questo articolo

La follia tra cultura ed emergenza sociale: è il tema prescelto per l’evento che si terrà domani a Napoli, ore 17.30, al primo piano di Palazzo Reale, nella sede della Fondazione Premio Napoli. Una serata che vedrà al centro  “Matricola zero zero uno” (Giapeto Edizioni), il libro scritto dal magistrato del Tribunale di Napoli Nicola Graziano.

Nicola Graziano

«L’incontro – spiegano alla Fondazione –  nasce dall’idea delle associazioni Rinascimento Forense e Nomo∑ Movimento Forense, in collaborazione con la Fondazione Premio Napoli, di dar voce al fenomeno della “follia”, partendo dalla sua connotazione culturale e artistica per finire all’emergenza sociale seguita dalla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari e dall’istituzione delle residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza».

Aperto dai saluti di Domenico Ciruzzi, penalista, presidente della Fondazione Premio Napoli, questo rilevante appuntamento «intende fornire un contributo alla cultura del rispetto dei diritti e della dignità dei delinquenti con disturbi mentali, cercando di abbattere il muro dell’indifferenza e dello stigma sociale». Il dibattito tra avvocati, magistrati ed esperti della materia offrirà riflessioni e soluzioni auspicabili «al fine di contenere i vari aspetti di ciò che viene sentito ancora come un problema, ma che il grado di civiltà di un paese democratico dovrebbe invece maggiormente tutelare». Perché  è indispensabile «superare la logica manicomiale – scrive nella post fazione il senatore Franco Corleone –  di cui è intrisa la società, quella logica che tende a rinchiudere il diverso, il cattivo, il matto, con tutte le figure di disturbo sociale».

Moderato da Argia Di Donato, presidente di Nomo∑ Movimento Forense, il confronto sarà l’occasione per “vedere” le storie dei reclusi dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa raccontate da Graziano nel suo libro, che saranno coniugate con le visioni immaginifiche dello scultore Mario Iaione, esposte per l’occasione nella sede del Premio Napoli.

Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli

Dopo il saluto di Ciruzzi e quello di Antonio Tafuri, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, ad accompagnare gli ospiti in questo viaggio verso le varie forme di alienazione umana saranno Aldo Masullo, professore emerito di Filosofia morale dell’Università Federico II di Napoli, Francesco Caia, componente CNF – Coordinamento Commissione Diritti Umani, Raffaele Felaco, presidente di Psicologi Responsabilità SocialeAntonio Mattone, responsabile della Comunità di Sant’Egidio, Annamaria Ziccardi, presidente Il Carcere Possibile OnlusElena Cimmino, vicepresidente Il Carcere Possibile OnlusAttilio Belloni, già presidente della Camera Penale di Napoli, e Nicola Baldieri, fotoreporter e coautore di Matricola 001.

Narrativa e arte, dunque, tra suoni e immagini suggestive, dalle letture a cura di Camilla Aiello, presidente di Rinascimento Forense, agli interventi musicali di Mariella La RosaCaterina Molfino ed Enzo Minuto.

L’evento è patrocinato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli.

In basso, la locandina.

 

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento