ISRAELE / L’ARSENALE NUCLEARE TOP SECRET

Condividi questo articolo

Un fresco rapporto elaborato dall’Istituto Internazionale di ricerca per la pace (SIPRI) di Stoccolma focalizza la sua attenzione sull’arsenale attualmente a disposizione di Israele, sul quale nessuna autorità è in grado di effettuare alcuna ispezione, come invece può avvenire per qualsiasi paese mediorientale e non solo.

Il report punta i riflettori sul parco bombe posseduto dal governo di Tel Aviv. Almeno 80 quelle accertate.

Per la precisione, si tratta di 30 bombe con carica nucleare, trasportabili dai jet da combattimento.

E ancora, 50 testate che possono lanciare missili balistici via terra, come il missile Gericho III che ha un’autonomia di ben 5 mila 500 chilometri.

Il dossier redatto dall’Istituto svedese precisa che Israele ha modificato la sua flotta di sottomarini tedeschi della classe Dolphin per poter trasportare missili da crociera a loro volta in grado di movimentare testate nucleari.

Lo stesso report mette in risalto la circostanza che Israele non ha mai permesso – ad alcuna autorità internazionale – l’accesso ai suoi siti nucleari. Una immunità che fino ad oggi non è stata mai toccata, neanche sfiorata. Come mai?

 

Nella foto una veduta aerea di Tel Aviv

Condividi questo articolo

Lascia un commento