PETROBRAS / BOLSONARO LA VUOLE PRIVATIZZARE

Condividi questo articolo

Il colosso petrolifero pubblico brasiliano Petrobras sta per essere privatizzato.

E’ uno degli obiettivi principali che si pone il neo presidente carioca Jair Bolsonaro, pur se in tempi non brevissimi, per far cassa.

“Si tratta di un asset strategico – sostiene – e come prima cosa stiamo cercando di risolvere il problema della raffinazione e della distribuzione del petrolio”.

Le ipotesi di privatizzazione sul tappeto sono due: parziale o totale. Precisa Bolsonaro: “Intendiamo andare avanti per settori”.

Il super ministro dell’Economia carioca, Paulo Guedes, dal canto suo propende per una privatizzazione totale e intende dare un’accelerata ai tempi: è necessaria, a suo parere, per ossigenare le carenti casse dello Stato e per rilanciare l’economia del Paese.

Il giallo Petrobras è stato al centro della vita politica verdoro degli ultimi anni. L’inchiesta Lava Jato sulle maxi tangenti (5 i miliardi di dollari accertati, possibile si arrivi al tetto dei 20) ha decapitato la classe politica di governo e di opposizione, 9 anni di galera per l’ex presidente Ignacio Lula da Silva, l’impeachment per il suo successore Dilma Roussef e per il successore del successore Michel Temer.

Uno tsunami. Nel quale sono rimasti coinvolti anche i big di casa nostra, Eni e Saipem sul fronte pubblico o parapubblico, e Techint del gruppo Rocca sul fronte privato.

Condividi questo articolo

Lascia un commento