TIM / FINE 2018, GUBITOSI SI REGALA 300 MILA EURO DELLE “SUE” AZIONI

Condividi questo articolo

Grande esempio di fedeltà aziendale del neo amministratore delegato di Tim, Luigi Gubitosi. Il quale, come ritualmente fanno i super manager, ha comprato una montagna di azioni targate Telecom Italia, per dare di persona il segno di credere nell’azienda che guida e soprattutto nelle sue possibilità di sviluppo.

Lo ha fatto in due tranche. La prima, da 166 mila euro, porta la data del 21 dicembre, mentre la seconda, per un ammontare di poco meno inferiore, 158 mila euro, è del 27 dicembre, appena sei giorni dopo.

Ma vediamo a che prezzi il gran timoniere ha comprato le “sue azioni”: la prima volta al prezzo di 0,50 euro mentre la seconda ad una cifra appena inferiore, 0,48 euro. Si tratta di prezzi “ai minimi storici”, ossia quando le azioni erano super ribassate, praticamente tornate ai minimi storici dello scorso mese di ottobre.

A pensar male, ha fatto un grosso affare, perchè ha comprato molto bene, a prezzi stracciati, un vero “saldo”. L’avesse fatto un qualsiasi acquirente, qualcuno avrebbe potuto malignare di un’operazione da “insider trading”: quando acquisti in base alla soffiata di un vertice aziendale che sa bene quale sarà la quotazione del titolo il giorno (o i giorni) dopo.

Solo i maligni hanno ipotizzato qualcosa del genere, perchè nessuno può conoscere meglio l’andamento del titolo del suo stesso ad societario. Ma la fiducia nelle taumaturgiche capacità manageriali di Gubitosi è acclarata, come ha ultimamente dimostrato anche al timone della disastrata Alitalia.

Uno scoppiettante Capodanno, comunque, per casa Gubitosi è assicurato.

Condividi questo articolo

Lascia un commento