SAN CARLO / LE LADIES DELLA PRIMA E CHI LE HA VESTITE

Condividi questo articolo

Prima al Teatro di  San Carlo con Riccardo Muti per dirigere “Così fan tutte”, regia della figlia Chiara.

Ti aspetti una narrazione sull’opera, la sua storia, quella di chi l’ha scritta e diretta negli anni, i suoi tenori, i suoi adattamenti, le reazioni del pubblico, della critica e tutto qua fa arte e dintorni.

Cosa fa invece il Corriere del Mezzogiorno, costola partenopea del Corriere della Sera? Dopo aver rapidamente elencato i super vip della serata (ministri compresi), realizza un servizio super sulle mise della ladies: cosa indossano, chi firma i loro abiti. Una imperdibile carrellata che fa ricordare i bei tempi andati, quando le signore e i loro maritini venivano accolti per la prima della Scala a pomodori fradici.

Ma tuffiamoci subito nel clima dorato della soiree attraverso il sognante racconto di Anna Paola Merone.

“Molti i gentiluomini che hanno tirato fuori gli smoking e le dame che hanno cercato l’abito perfetto per una serata ‘black tie’ dove la gara di eleganza è apertissima. Fra le vincitrici annunciate c’è Teresa Naldi che, con il marito Toto, è una habituè della prima. Di solito decide all’ultimo momento cosa indossare tenendo aperte diverse opzioni”.

Ma eccole una ad una, le star del golfo. “Sarò elegante ma non sexy – racconta Celeste Condorelli – indosserò un completo di Dries Van Noten. La giacca è il pezzo forte: me la sono regalata per il compleanno ordinandola dalla sfilata. Come sempre mi sono rivolta a Italo di Ex Voto”. Ecco un ottimo consiglio per i prossimi acquisti di tutte le napoletane, sennza aspettare il Black Friday.

Vip nel foyer. In alto, il buffet

Continua lo spettacolare reportage di Merone: “E’ di Alessio Visone l’abito che indosserà Bianca de Tommasis Bonaduce: modello notato in sfilata, dalla decisa fantasia floreale e dallo spacco profondo. Conferma ancora una volta la sua fiducia a Visone anche Marilena Cantisani, compagna del Governatore Vincenzo De Luca, che sarà presente alla serata come il sindaco Luigi de Magistris”.

Il racconto continua, in un crescendo rossiniano. “Gabriella Giglio ha scelto un outfit d’effetto: t-shirt nera trasparente e maxi gonna con applicazioni, abbaglianti gioielli e un colpo a sorpresa. ‘Scarpe rosse per ricordare la giornata contro la violenza sulle donne’, dice la signora. Giovanna Sabella indosserà un abito lungo blu e oro realizzato da Satriano Cinque di Gabriella de L’ero, che firma altre dame della serata. Argento glitterato, invece, la decoletè dell’assessore regionale Chiara Marciani. Abito nero, essenziale e importante per Loredana Di Persia con stola di Armani e orecchini ad effetto. Alessandra Barletta sarà in rosso: un abito di grande effetto dello stilista francese Alexandre Vauthier”.

“Infine Roberta Bacarelli, che indosserà ‘un abito di velluto color cipolla, un po’ stile Paolina Borghese. Una decina di signore – racconta – hanno ordinato vestiti nel mio atelier. Molte hanno preferito il nero, qualcuna luccichii con ricami, un paio hanno osato. Per tutte abiti lunghi, solo una ha voluto un modello corto ed elegante”.

Ma la contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare chi mai l’avrà vestita?

Condividi questo articolo

Lascia un commento