BAGNOLI / AVVELENATA, TRUFFATA, MAI BONIFICATA. E ORA ANCHE BEFFATA ?

Condividi questo articolo

Siamo alle solite. Prima truffata, poi avvelenata, adesso presa per il culo. E’ il destino di Bagnoli la cui “non bonifica” dura ormai da 25 anni nei quali sono stati sperperati centinaia di miliardi di vecchie lire e milioni di euro poi: e adesso salta fuori che la fresca manovra finanziaria non destina alcun fondo di quelli promessi per avviare sul serio la bonifica.

A quanto pare, infatti, anche nella seconda versione Tria inviata a Bruxelles del decreto fiscale, non ci sarebbe alcuna traccia di Bagnoli: nessun segno di quei 150 milioni per il 2019 e altrettanti per il 2020 previsti dal cronoprogramma varato di recente dal nuovo esecutivo con la cabina di regia (sic) che si dovrebbe occupare di Bagnoli.

Cosa ne pensa il ministro per il Sud Barbara Lezzi, la 5 Stelle che aveva appena dato il suo ok ai nuovi programmi per l’ex area Italsider?

Se il nodo non si scioglie, restano a disposizione appena 40 milioni di euro stanziati da Invitalia per le fasi di avvio, cioè soprattutto le progettazioni: ossigeno fino all’estate prossima, poi di nuovo tutto fermo.

Intanto prosegue il processo penale per accertare le responsabilità della bonifica taroccata che però ha inghiottito oltre 250 milioni di euro. In via amministrativa sono stati già condannati a riscarcire le somme gli ex vertici e amministratori di BagnoliFutura, la società partecipata dal Comune di Napoli che ha divorato milioni tra consulenze ad amici, progetti inutili, finti lavori.

Un vero scempio, mentre le condizioni ambientali dell’area ovest sono addirittura nel frattempo peggiorate. Abitanti e cittadini, quindi, cornuti e mazziati. Beffati due volte perchè vivono in un ambiente ancora più avvelanato di prima e hanno visto i soldi pubblici sciogliersi come neve al sole, finiti ad ingrossare le tasche di professionisti & colletti bianchi. Uno degli scandali peggiori dal dopo terremoto in poi.

E adesso? Staremo a vedere cosa fa l’esecutivo gialloverde, fino ad oggi ottimo e abbondante per rimangiarsi le promesse e rivoltare le frittate.

Condividi questo articolo

Lascia un commento