GRASSO & C. / 4 AMICI AL BAR PER LA SINISTRA FUTURA

Condividi questo articolo

Batte un colpo, Liberi e Uguali, Leu per i fans, dopo la debacle del 4 marzo. Finito in letergo per 100 giorni il leader maximo Piero Grasso, adesso imbottiglia in un Peroncino un messaggio dai tropici.

La botta di caldo produce un’idea: convocare per il 9 luglio un Comitato promotore “per la definizione del profilo politico di Liberi e Uguali”. Meglio tardi che mai. 

La calura partorisce anche una più precisa identità del luogo deputato ad accogliere i cervelloni: “Un luogo aperto a cui si potranno inviare riflessioni e costruire il ‘motore’ di un processo culturale e politico coinvolgente”. 

Riflessioni come tante letterine imbucate nella posta del cuore che batte ancora a sinistra? Il tutto per confezionare un bel ‘pacco’ per coinvolgere i dispersi di quello che un tempo era l’esercito della sinistra? 

Ancora sparute le truppe che, a quanto pare, muoveranno in direzione della storica convention. 

In pole position Silvia Prodi, figlia di Romano, l’ex premier che già massacrò le idee di sinistra: meglio riprovarci. Seguono a ruota il costituzionalista Gaetano Azzariti, quindi la sindacalista Betty Leone. 

Non può mancare un giallista, il partenopeo Maurizio De Giovanni. Per celebrare l’ennesimo suicidio di quei brandelli che rimangano della fu sinistra, è l’autore giusto al posto giusto.

Condividi questo articolo

Lascia un commento