Il Racconto della Domenica di Luciano Scateni – Tutti figli di Dio?

Condividi questo articolo

 Per talune patologie il meccanismo d’azione dell’aspirinetta proprio non giova e il ricorso a terapie d’urto è d’obbligo. E’ il caso della sofferta e obbligatoria prassi della maternità, di dolore e disagi che accompagnano la gravidanza e il parto, di interventi risolutivi di aborto, spesso decisi in eccesso. E’ lecita la domanda: nella sua cosmica lungimiranza, bontà e intelligenza creativa, perché il Padre Eterno ha punito la donna dandole forma e sostanza per garantire la salvaguardia della specie umana con dolore? Gli eredi di Adamo ed Eva potevano nascere sotto il cavolo, come raccontano gli adulti ai bambini, li poteva portare in volo la cicogna…Di lassù si poteva replicare all’infinito il miracolo di Maria, vergine e madre. Niente di tutto questo e invece la solita, orrenda discriminante tra poveri e ricchi, tra donne del mondo Vip che partoriscono in cliniche di lusso, con ogni comfort e livelli accettabile di dolore e donne che mettono alla luce i figli in disperata solitudine, nello squallore di una capanna, consapevoli di dare la vita a un essere maledettamente destinato a morire con spaventosi dati percentuali. Se questa è la globalizzazione…

 

di Luciano Scateni

 

leggi il Racconto

Condividi questo articolo

Lascia un commento