DOW JONES / NELLA HIT ENTRA IL TANDEM D’ORO BARRA-PESSINA

Condividi questo articolo

Barra & Pessina 30 e lode. Il colosso a stelle e strisce “Walgreen Boots Alliance” entra a vele spiegate nel super salotto della finanza Usa, lo storico Dow Jones Industrial.

Una autentica chiccheria che va ad impreziosire il pedigree della coppia made in Italy e composta da Ornella Barra e Stefano Pessina, compagni nella vita e anche nei miliardari affari.

Prende il posto, la sigla che controlla un impero farmaceutico-sanitario, nientemeno che di un simbolo dell’industria Usa nei secoli, General Electric, sempre nella hit delle 30 “Blu Chip” fin dal 1896, la bellezza di 122 anni fa.

Così commenta David Blitzer, al vertice del comitato incaricato della rigorosa selezione delle sigle destinate al Dow Jones: “L’economia statunitense è cambiata: le società finanziarie, sanitarie e tecnologiche sono più rilevanti”. Due anni fa un altro ribaltone, con l’uscita di At&t e l’ingresso di Apple.

Ornella Barra. Sopra, Stefano Pessina

Splende dunque sempre più il sole sull’ormai smisurato patrimonio della real coppia made in Italy, che esordì alla chetichetta trent’anni fa: con una piccola farmacia in quel di Lavagna lei, lady Barra, e un mini deposito di farmaci in una viuzza di Napoli lui, pescarese d’origine.

Dio li fa e poi li accoppia: ed è così che da quell’amore comune per pillole & ricette sono cominciate a germogliare sigle e società dedite alla commercializzazione dei prodotti farmaceutici. Quindi è iniziata la campagna acquisti, a metà anni ’90, uno shopping prima di tutto europeo, poi man mano allargatosi fin oltre gli oceani. Tanto da dar vita, acquisto dopo acquisto, miliardo dopo miliardo (di euro e di dollari), ad una holding senza confini.

Non produzione di farmaci, attenzione, ma commercializzazione: un ramo comunque al top, a cominciare dagli Usa, paese in cui l’industria farmaceutica (ma anche quella per la vendita dei prodotti) è in cima a tutte le hit per fatturati, utili e anche potere politico: ha ormai superato perfino i moloch delle industrie petrolifere e delle armi nella speciale classifica dei bilioni stanziati in occasione delle campagne presidenziali, in modo perfettamente trasversale fra democratici e repubblicani.

La Voce ha più volte scritto delle mirabolanti imprese del tandem d’oro Barra-Pessina, ricordando anche le misteriose origini di quella ormai – oggi – immensa fortuna. Potere leggere dai link in basso.

Quali i prossimi dorati traguardi?

Condividi questo articolo

Lascia un commento