MARE PUBBLICO A POSILLIPO / UN APPELLO CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE

Condividi questo articolo

Sos Lido delle Monache, l’unico lembo di spiaggia pubblica lungo via Posillipo, a Napoli. Un comitato di cittadini in vita da poche settimane ha già raccolto oltre 3 mila firme per la tutela di quel  piccolo pezzo di Paradiso a ridosso dello storico Palazzo Donn’Anna, miracolosamente fino ad oggi scampato ad assalti speculativi e privatizzazioni selvagge.

Intorno, invece, sono spariti gli spazi pubblici, inghiottiti da concessioni a go go, spesso e volentieri rilasciate per poche centinaia di euro a “clienti” e amici.

Resta quello spicchio, Lido delle Monache, per il quale il Comune di Napoli, e in particolare l’assessore al mare, Daniela Villani, hanno più volte promesso una cura e un’attenzione maggiori, in termini di una piccola manutenzione ordinaria (compreso l’allestimento di una doccia e un bagno pubblico) e di una messa in sicurezza della scogliera. Ma fino ad oggi niente.

Intanto, il “Bagno Sirena” a gestione privata ha chiesto e ottenuto a fine gennaio 2018 di poter ampliare e attrezzare il suo pontile. Circostanza che ha allertato non pochi cittadini, i quali temono una privatizzazione strisicante anche del confinante Lido delle Monache.

Lido che si trova vis a vis con Villa Romeo, la magione su cinque piani di proprietà di mister Consip, l’immobiliarista Alfredo Romeo. Di recente un provvedimento del tribunale di Napoli ha deciso la rimozione del giardino tropicale messu su da oltre 15 anni senza le necessarie autorizzazioni, e obbligato il “ripristino dello stato dei luoghi”. Maggior spazio, quindi, all’area demaniale.

E vis a vis, Lido delle Monache, anche con la gigantesca struttura che per anni ha ospitato anziani, di proprietà della Curia di Napoli e gestita, appunto, dalle suore. Nel mirino di non pochi mattonari partenopei, quella struttura, e dello stesso Romeo: obiettivo, of course, la realizzazione di un 5 stelle iperpanoramico e a un passo (letterale) dal mare, con tanto di spiaggia. Ma a quanto pare – almeno per ora – resterà nelle mani della Curia: infatti sono iniziati mesi fa lavori di ristrutturazione con l’idea di farne una casa di riposo di lusso.

In basso potete leggere il testo dell’appello.

 

Ciao,

Ho appena firmato la petizione “Salviamo la Spiaggia delle Monache a Posillipo – Aiutaci contro la privatizzazione” e vorrei chiederti di aiutarci aggiungendo il tuo nome.

Il nostro obiettivo è quello di raggiungere 5.000 firme e abbiamo bisogno del tuo sostegno. Puoi saperne di più e leggere la petizione qui:

https://chn.ge/2JQIzgJ

Condividi questo articolo

Lascia un commento