NEVE A NAPOLI / GLI AUTOGOL DI REPUBBLICA E DE MAGISTRIS

Condividi questo articolo

Anche i metereologi vanno a caccia di scoop. Succede al super esperto di Repubblica Napoli, Eugenio Mazzarella, che a inizio di ogni mese è puntuale con le sue gettonatissime previsioni.

Stavolta gioca sul velluto, perchè anche le pietre sanno da giorni che è in arrivo dopo anni la neve. E abbondante. Lui, il preveggente dei cieli del quotidiano fondato da Eugenio Scalfari, però, ha le sue fonti, che gli raccontano di fake news in piena regola, pane del resto ‘quotidiano’ per i lettori di Repubblica, abituati da settimane alle cacce all’untore 5 stelle.

Dopo aver interrogato le sue ‘stelle’, Vate Mazzarella si tuffa – proprio come quel napoletano che lungo via Caracciolo si è lanciato tra le onde mentre fioccava abbondante la neve – nella previsione ‘contro’, certo di assicurarsi un biglietto per Stoccolma, Nobel per le scienze.

Ecco – novello Bernacca del millennio – le sue Parole, pubblicate il 27 febbraio, il giorno del nuovo Natale nel calendario partenopeo: “La configurazione dello startwarming è del tutto temporanea e reversibile. Pertanto per le giornate di oggi (il 27 febbraio, appunto, ndr) e di domani è previsto un miglioramento su Napoli e caduta di neve solo a quote maggiori di trecento metri nelle zone interne dell’Irpinia, del Sannio, del Matese e del Vallo di Diano”.

Sarebbe stato più facile, al momento di inviare la ‘Previsione’ in redazione, di affacciarsi alla finestra e guardare.

Lo scoop prosegue poi sotto il profilo scientifico, illustrando al popolo bue tutti i segreti dello ‘Startwarming‘, la vera scoperta del millennio.

Può però consolarsi, il mago di via Chiatamone: lo aspetta un assessorato alle ‘Previsioni’ in fase di allestimento a palazzo San Giacomo. Il sindaco arancione, Luigi de Magistris, è ormai stufo degli scherzi continui della Protezione civile che non gli invia i bollettini aggiornati.

E anche stavolta lo hanno preso per il naso…

Condividi questo articolo

Lascia un commento