ANAC / REGALO! IL GOVERNO RADDOPPIA GLI STIPENDI – La replica dell’Anac

Condividi questo articolo

Regalo di fine anno del governo Gentiloni a dirigenti e funzionari dell’ANAC, l’Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone. Dal 2019 – incredibile ma vero – verranno raddoppiati gli stipendi!

Raccontano in transatlantico: “di soppiatto alla fine è passato pure il cadeau natalizio. Attraverso un emendamento del Pd è infatti stata inserita nella manovra una parificazione retributiva tra Anac e Antitrust, quindi con Banca d’Italia. In periodi di crisi, una cosa dell’altro mondo, quando al contrario sarebbe stato ovvio abbassare gli stipendi ad Antitrust e Banca d’Italia”.

Denuncia il fondatore e animatore dell’Adusbef, l’associazione a tutela dei risparmiatori, Elio Lannutti, autore del fresco best seller ‘Morte dei Paschi’: “Adusbef apprende con sconcerto – scrive Lannutti – che l’Anac, giudicata inutile dal presidente Pier Camillo Davigo, ottiene dal governo ‘amico’ un raddoppio degli stipendi. Mentre il mondo del lavoro continua a soffrire, i poveri e le diseguaglianze sociali aumentano come non mai, i terremotati continuano a soffrire il freddo, 500 mila famiglie espropriate dei loro risparmi attendono i risarcimenti”.

Si chiede e chiede Lannutti: “Cosa ha da dire il dottor Raffaele Cantone rispetto a questa ulteriore ‘marchetta’, un favore confezionato su misura da governo e maggioranza?”.

Forse poco. Secondo i rumors, a sollecitare l’emendamento Pd è stato proprio Cantone. Il quale, quasi due anni fa, nel corso di un’audizione che si tenne alla Camera il 16 febbraio 2015, così osservò: “credo sia arrivato il momento di una regolamentazione organica delle autorità indipendenti, perchè la giungla retributiva è davvero inaccettabile”.

Quel momento adesso è arrivato. Alla faccia di chi non arriva a fine mese.

 

LA REPLICA DELL’ANAC

Gentile redazione,

sono Paolo Fantauzzi, il portavoce di Raffaele Cantone.

Scrivo in merito all’articolo, a firma Paolo Spiga, “ANAC / REGALO! IL GOVERNO RADDOPPIA GLI STIPENDI”. Come è possibile constatare dal file allegato, sull’edizione del Fatto quotidiano di martedì 16 gennaio è stato oggetto di smentita l’articolo da cui è tratta l’informazione, dal contenuto falso e diffamatorio. Si invita pertanto “La voce delle voci” a prendere atto della precisazione e ad agire conseguentemente.

In attesa di un gradito riscontro, invio i miei più cordiali saluti

Paolo Fantauzzi

Portavoce del Presidente

IlFatto.replica.16.01.18

Condividi questo articolo

Lascia un commento