NAPOLETANI BRAVA GENTE / E MOLTO ‘PERSPICACI’

Condividi questo articolo

Napoli in ginocchio. La città spaccata in due come una mela. Impossibile raggiungere da Fuorigrotta il centro cittadino per la caduta di alcuni calcinacci nel tunnel Laziale, l’unica via di collegamento da sempre.

E’ un coro degli abitanti: “neanche nel settimo mondo succederebbe mai una cosa del genere. Isolati come ai tempi di guerra. Il commercio in ginocchio, Fuorigrotta è spopolata, sembra di aggirarsi in una città colpita da una catastrofe nucleare. Nessuno può raggiungere il centro, ma nessuno viene neanche da Mergellina e dal centro, perchè se no dopo non può più tornare a casa. La cosa incredibile è che alcuni politici dicono che così il problema del traffico si è risolto da solo…”.

Ma ecco che, davanti ai microfoni del Tg Campania, arriva il comandante dei Vigili per addestrare il popolo bue, indicare la via maestra e propalare il Verbo. “I napoletani sono molto perspicaci – queste le sue parole – e hanno già scoperto i percorsi alternativi”.

I percorsi alternativi sono effettivamente diversi. E tutti da 40-50 minuti di tempo, se tutto va bene, a fronte dei 4-5 che occorrono per percorrere in auto il tunnel Laziale.

Il primo percorso prevede un periplo cittadino, andando in direzione Bagnoli, quindi salendo per Coroglio, poi inerpicandosi lungo la salita per approdare a Posillipo. Qui, dopo una sosta per ammirare il panorama, proseguire lungo tutta via Posillipo. Infine ammaraggio a Mergellina.

Il secondo contempla invece una salita per via Caravaggio, l’incrocio con via Manzoni, lo scollinamento per via Aniello Falcone, quindi tutto il corso Vittorio Emanuele. Con doppia opzione, a questo punto: verso Mergellina, oppure rotta su parco Margherita, poi piazza Amedeo, via dei Mille, Riviera di Chiaia. Quindi vista mare. Come la ciurma di Cristoforo Colombo.

Ma c’è anche la soluzione miracolosa. Parcheggiare l’auto e percorrere, tutti incolonnati, il tunnel a piedi. Senza gas di scarico, ora è davvero una passeggiata che più ecologica non si può.

I napoletani sanno cosa scegliere: sono molto ‘perspicaci’…

Condividi questo articolo

Lascia un commento