SAIPEM / ACCORDO CON SNAM. MA C’E’ LA MAXI GRANA BRASILIANA 

Condividi questo articolo

Fresca intesa sul fronte energetico siglata tra Snam e Saipem. Le due società, infatti, hanno sottoscritto un memorandun d’intesa finalizzato a “rafforzare il posizionamento di entrambe le società come partner di riferimento per il mercato mondiale”.

Un occhio ovviamente all’Europa, dove Snam sta partecipando alla gara per la privatizzazione della greca Desfa con ottime chance, visto che c’è solo un concorrente da battere.

Dilma Rousseff

Dilma Rousseff

Ma anche a mercati lontani, come quello cinese. Notano infatti le due società che “in molte aree del mondo, tra cui la Cina, la domanda di gas continuerà a crescere, almeno fino al 2040, anche con la decarbonizzazione”.

Il memorandum – secondo gli addetti ai lavori – “consentirà alle due società di esplorare tutte le opportunità nella filiera delle infrastrutture del gas, dal trasporto, allo stoccaggio fino alla realizzazione di impianti di Gnl”.

Sottolinea l’amministratore delegato di Saipem, Stefano Cao: “questo accordo ci permetterà di conoscere meglio le esigenze del mercato. Noi potremo essere per Snam il motore adatto a trovare soluzioni ai problemi”.

Intanto Saipem deve pensare a risolvere i problemi di casa sua. E quelli giudiziari pesano come macigni. A partire dall’inchiesta ‘Lava Jato’ che da due anni sta portando avanti la procura brasiliana per la storia delle tangenti del secolo targate Petrobras e costata l’impeachment al presidente carioca Dilma Rousseff e la messa in stato d’accusa di mezzo parlamento verdeoro.

A Milano, sulle piste della corruzione internazionale, stanno lavorando i pm, che indagano anche sulle tangenti algerine e nigeriane.

Per l’affaire Petrobras – fino ad oggi accertate mazzette da 5 miliardi di dollari, si potrebbe arrivare a sfondare il top dei 20 – sono sotto inchiesta non solo Eni, col suo ex numero uno Paolo Scaroni, e Saipem, ma anche il colosso privato Techint, guidato da Gianfelice Rocca.

Sempre a Milano si indaga sul tesoro di casa Rocca, quel vero pozzo dei misteri chiamato ‘San Faustin‘ e acquartierato in Svizzera.

Condividi questo articolo

Lascia un commento