PER ABBONAMENTI SOSTENITORE E PER DONAZIONI ALLA VOCE IBAN IT88X0503803400000010024263

PAPA LUCIANI / DOPO 40 ANNI RI-AMMAZZATO DA UN LIBRO


4 novembre 2017 autore: Cristiano Mais



Papa Luciani

29 settembre 1978. Muore in modo misterioso – soli 33 giorni di pontificato – Albino Luciani.

Dopo quasi 40 anni ti aspetteresti finalmente un raggio di luce, qualcosa che ti porti ad accertare quella tragica verità, in che modo quel Papa rivoluzionario venne eliminato, dopo aver bevuto una tazzina di caffè.

E invece cosa succede? Mentre è in corso la pratica di beatificazione, che dovrebbe terminare l’anno prossimo, un giornalista di Avvenire e ‘vicepostulatrice’ della stessa causa di beatificazione, Stefania Falasca, pubblica un libro che fa accapponare la pelle, titolato “Papa Luciani – Cronaca di una morte”, Piemme editrice.

Tutto a posto, tutto in ordine, nessun dubbio, nessun complotto, non vi fu mai morte più naturale di quella. Boom.

Suona le trombe il Corriere della Sera, che scrive di “un libro imprescindibile”. Ottimo e abbondante per “smentire tante ricostruzioni complottiste sulla morte di Giovanni Paolo I”.

La chicca principale è che fu una suorina – e non il segretario del papa – a trovare Luciani morto nel suo letto. Questa l’unica bugia vaticana, secondo l’autrice. Ai confini della realtà.

Del resto che fosse stata una suora a trovare Albino Luciani cadavere si sapeva fin da allora.

Continua il Corsera: “Oggi è la testimonianza finora ‘sub secreto’ di suor Margherita a smentire ogni ipotesi di complotto”. “Un leggero sorriso, niente di scomposto, sembrava uno che si addormenta leggendo”, è la pittoresce descrizione che Falasca attribuisce alla candida suorina.

Caso mai il povero Luciani stava leggendo bilanci & carteggi dello IOR, la piovra finanziaria vaticana che ha riciclato di tutto e di più e sulla quale lui era deciso a far luce. Proprio come oggi sta cercando di fare, in mondo meno traumatico, Papa Bergoglio.

Quella semplicità, quella voglia di trasparenza allora costarono la vita ad Albino Luciani.

Ecco cosa scrisse all’epoca il medico vaticano: “I dati obiettivi indicano una morte improvvisa che è sempre naturale, infarto miocardico acuto”.

Commenta oggi la Falaschi: “Nessun giallo. Luciani è stato ucciso post mortem”.

E adesso da questo libro.




Lascia una risposta

*