Stragi su commissione

Condividi questo articolo

Recito il confiteor, mi pento e recito tre avemarie, un pater noster, un credo. Si accende caritatevole la speranza del perdono. Se manco alla promessa di escludere l’ex cavaliere da pensieri e note quotidiane, (il cielo mi perdoni), è responsabilità della magistratura, instancabile giustiziera dei crimini. La procura di Firenze ha continuato a interrogarsi sui soggetti che nel ’92 avrebbero commissionato le stragi di massa di Firenze, Roma e Milano. Riaperto il fascicolo, gli investigatori hanno concentrato l’attenzione sul duo solidale di Berlusconi-Dell’Utri (questi condannato a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa).

Ha sollecitato la riapertura del fascicolo sono state le intercettazioni del boss Gravano. a colloquio con un compare nell’ora d’aria. Avrebbe parlato dell’ex senatore di Forza Italia e del “Berlusca”, destinatario di una cortesia da parte della mafia, chiesta con urgenza, in vista di scendere in…(campo?). Insomma, stragi, per dare il benservito alla vecchia politica, alle prese con la corruzione e l’accusa di incapacità a sconfiggere la mafia. Graviano avrebbe poi bollato Berlusconi come traditore per non aver ricambiato il “favore”: Ghedini, tutore legale dell’ex cavaliere smentisce tutto. Ovvio. “Nessun contatto di Berlusconi con Gravano”.

Lo penso e lo dico senza arrossire di vergogna: fosse vero il catastrofico pronostico elaborato da siti internet sarei molto contento di lasciare la Terra senza sapere che di qui al 2050, come prevedono accreditati profeti muniti di magiche sfere di cristallo, neo imprenditori del turismo cosmico ospiteranno i clienti in hotel spaziali. Probabilmente su Marte, dove sbarcheremo in massa, emigranti in fuga dal pianeta Terra oramai invivibile, affollato da 8 bilioni di abitanti. E saremo profughi con molti rimpianti: per Venezia ingoiata dal mare ingrossato dallo scioglimento degli iceberg. All’intera umanità in esodo coatto sarà fornita risposta ai segreti sull’assassinio di Kennedy, “no secret” da 2035. Sarà perfezionato dai russi il teletrasporto, la calotta artica sarà un ricordo di eroici esploratori, finalmente sarà completata la costruzione della Sagrada Familia iniziata nel 1883. Nel 2059 la popolazione dei robot supererà gli umani e le diatribe sulle unioni tra persone dello stesso sesso saranno archeologia della dialettica tra opposti, superata dall’inedito di matrimoni di uomini con sexy robot femmine. Seri rischi per la riproduzione. Un’importante azienda giapponese, specializzata in futuribile tecnologico, darà la vita a un robot dotato di emozioni, in grado di donare affetto. Fantascienza? Si provi a visitare una fabbrica à la page che ha ridotto al minimo la presenza umana e affidato a robot il ciclo di produzione. Ricercatori inglesi hanno testato il gradimento di circa trecento uomini in età tra 18 e 60 anni. In netta maggioranza hanno dichiarato che comprerebbero robot in sembianze femminili. Lo farebbero tutti se fossero già pronti robot identici ad Angelina Jolie.

Tiri un liberatorio sospiro di sollievo chi sa di lasciare la Terra prima di questo impressionante 2050.

Condividi questo articolo

Lascia un commento