Il Racconto della Domenica – Irina – di Luciano Scateni

Condividi questo articolo

Lasciano la terra dove sono nati, gli affetti, gli usi tramandati da generazioni. In fretta imparano l’italiano, condizione primaria per trovare lavoro, subiscono umiliazioni, costrette a mansioni improprie, a dimenticare titoli elevati di studio conseguiti nei loro Paesi. Conducono una vita al risparmio, perché i figli abbiano un futuro garantito e i genitori una vecchiaia meno sofferta. Risolvono la grande questione italiana di uno Stato che non affronta e risolve le mille marginalità sociali con strumenti appropriati del welfare per garantire l’assistenza a malati e anziani. Il giovedì, a chi è concesso, la galleria Umberto I si affolla di questi migranti non integrati. Olga racconta a Ivana di Luba, giovane donna di Kiev che si sposa con un napoletano di settantotto anni, vedovo e incapace di affrontare la solitudine. “La tragica speranza di Luba è che per quanti malanni ha, non campi a lungo.

Leggi il Racconto

Condividi questo articolo

Lascia un commento