IL GIALLO DI DENISE PIPITONE / ARRIVA IL TEST DEL DNA

Condividi questo articolo

Il giallo di Denise Pipitone, la bimba sparita nel nulla 13 anni fa, settembre del 2004, a Mazara del Vallo.

Dopo anni di inchieste a vuoto e sentenze senza esito, sta per arrivare la prova del DNA.

Il Ris di Parma, infatti, ha disposto nuovi accertamenti su alcune impronte in vari luoghi e in diverse auto. Verrà fuori qualcosa?

Da rammentare che solo pochi mesi fa, il 19 aprile 2017, la Cassazione ha confermato l’assoluzione, già avvenuta in primo e in secondo grado, di Jessica Pulizzi, sorellastra per parte di padre di Denise.

La Pulizzi era finita sono accusa perchè accusata di volersi vendicare di Piera Maggio e della sua relazione con il padre, Pietro Pulizzi, relazione dalla quale era nata Denise.

Così oggi dichiara la madre, Piera Maggio: “Siamo impantanati in una verità nascosta. Dopo tredici anni di sofferenze e di lotta continua che a volte mi ha tolto le forze, resto con i piedi per terra. Aspettiamo gli esiti delle indagini, adesso quelle per il DNA. Spero sul serio che si possa arrivare finalmente ad una svolta decisiva”.

Condividi questo articolo

Lascia un commento