PER ABBONAMENTI SOSTENITORE E PER DONAZIONI ALLA VOCE IBAN IT88X0503803400000010024263

GRANDE ORIENTE / CONVENTION A NAPOLI, C’E’ ANCHE DE MAGISTRIS ?


11 ottobre 2017 autore: MARIO AVENA



bisi

Il Grande Oriente d’Italia, la prima loggia massonica nazionale, il 17 ottobre sbarca a Napoli per un maxi convegno e il primo invitato è il sindaco Luigi de Magistris.

Nella locandina che campeggia sul sito del GOI, infatti, così viene scritto: “Hanno dato disponibilità a partecipare all’evento, aperto al pubblico: Luigi de Magistris, Sindaco di Napoli; Francesco Di Donato, docente di Storia delle Dottrine e delle Istituzioni politiche; Giuseppe Benedetto, presidente della Fondazione Einaudi; Andrea Cozzolino, europarlamentare; Aldo Patriciello, europarlamentare; Massimo Calenda, giornalista; Stefano Bisi, giornalista.

Non sorprendono gli ultimi due nomi, perchè Bisi è il numero uno e Gran Maestro dello stesso Goi e Calenda è un vecchio iscritto. Ma la presenza degli altri nomi fa comunque drizzare le antenne.

Luigi de Magistris. In alto il gran maestro Stefano Bisi

Luigi de Magistris. In alto il gran maestro Stefano Bisi

Cozzolino è stato lo storico braccio destro dell’ex sindaco di Napoli e poi governatore della Campania Antonio Bassolino. Mentre Patriciello ha avuto come stelle polari del suo itinerario politico Paolo Cirino Pomicino e Antonio Di Pietro, passando come interessi economici tra l’alto casertano e il Molise dalle cave alle mega cliniche private.

Così commenta l’organizzatore dell’evento, Achille Castaldi, maestro venerabile del Circolo Darwin: “abbiamo accolto con favore la disponibilità ai lavori dei relatori e quella del sindaco, che dovrebbe venire a portare i saluti della città. Lo aspettiamo per un momento di confronto alla luce del sole”.

Il 30 settembre scorso, nei saloni della Fondazione Cariplo a Milano, lo stesso Grande Oriente ha organizzato un altro importante convegno, al quale hanno preso parte, tra gli altri, l’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini e l’attuale sostituto della Direzione distrettuale antimafia meneghina David Monti. Il quale, nel suo applaudito intervento, ha criticato aspramente la richiesta di consegnare gli elenchi degli iscritti partita dalla Commissione Antimafia.

Per la serie: un procuratore antimafia che attacca la commissione antimafia, fino a prova contraria un organismo istituzionale. Ai confini della realtà.

Titolo del convegno partenopeo: “Grammatica universale dei diritti umani: libertè egalitè fraternitè”.

Verrà chiesto il parere sulla consegna degli elenchi anche al sindaco arancione?




Lascia una risposta

*