M5S – Imposimato: si guardino dai camaleonti e continuino a battersi contro le ingiustizie sociali

Condividi questo articolo

«Credo che il M5S debba guardarsi da opportunisti,  camaleonti  e falsi profeti. E continuare a battersi  per ridurre le ingiustizie sociali. Cosa che hanno tentato di fare riducendo i privilegi, i finanziamenti dei partiti, le indennità parlamentari, quadruple rispetto all’Europa».  Così il giudice Ferdinando Imposimato in una intervista rilasciata oggi ad Affari Italiani.

«Accusare Di Maio di eversione – continua Imposimato – e minacciare sanzioni, come fa la Boldrini è assurdo. E’ una menzogna spudorata. Senza ridurre i privilegi  di  parlamentari e  burocrati di Camera Senato e Quirinale, che pesano per miliardi di euro,  e  senza lottare contro la corruzione e l’evasione fiscale, non sarà possibile  aiutare i lavoratori,  aumentare le pensioni,  dare stipendi adeguati agli insegnanti, risarcire i risparmiatori, aiutare  i terremotati,  favorire i giovani nello studio e nell’occupazione, aiutare piccole e medie imprese».

Ancora. «Se il M5S continuerà a operare  per i più deboli, come ha fatto finora, la vittoria  non può mancare. Il M5S deve valorizzare l’intero patrimonio di giovani capaci e motivati che militano nelle sue fila.  E ricordare Aristotele: “L’alternanza tra gli uomini conserva gli Stati:  si deve verificare tra persone libere ed eguali” (Politica). E mai perdere umiltà e coererenza e conservare la democrazia diretta, che  dà forza alle  scelte. E’ importante  che Grillo, a differenza di tanti altri, abbia tolto il suo nome dal logo del M5S, segno di democrazia e di volontà di superare il personalismo. Quanto alla possibilità di errare, essa è connaturata agli uomini».

Condividi questo articolo

Lascia un commento