La montagna incantata

Condividi questo articolo

E’ il giorno delle buone notizie, chissà se pronosticato da Paolo Fox, re dell’oroscopo televisivo. C’è che forse impallidirà anche la mega installazione di Christo che ha operato il “miracolo” di far camminare migliaia di persone sulle acque del lago d’Iseo. Lo street artist spagnolo Escif ha progettato l’opera “Breth, Tempo di ricarica”. Fa piantare cinquemila alberi su 20mila metri quadrati del Monte Olivella che affaccia sul golfo di Sapri. Rappresentano la mutazione stagionale della natura nei suoi colori naturali: verde in primavera ed estate, rosso in autunno, spoglio d’inverno. La realizzazione chiederà tre anni di lavoro e si propone di divulgare l’interesse per i ritmi del tempo, anche e forse soprattutto di riforestare l’area prescelta. (Nella foto il monte Olivella)

 

Cara Mamma…

Xiao, otto anni, cinese di Shouguang. Rinascesse Collodi ispirerebbe una nuova impresa editoriale con il sottotitolo “Cuore bis”. La storia: il destino le ha riservato a Xiao il compito eroico di salvare la mamma, malata di una grave forma di leucemia. Per salvarla, la piccola cinesina, è l’unica a poterle donare il midollo spinale, ma per essere nella condizione fisica richiesta dai medici deve pesare almeno trenta chili. Per soddisfare questa esigenza è costretta a ingrassare. La bimba ce l’ha messa tutta e ha già fatto segnare alla bilancia il peso di 29 chili. Il prelievo per verificare la compatibilità con la mamma lo ha subito senza anestesia, impossibile alla sua età, ma ha affrontato il dolore stoicamente e non ha pianto per non far dispiacere alla madre. Ed è lei che la conforta, la massaggia, le fa sentire tutto il suo amore.

 

Raggi, avanti e indré

Il “comico” dei 5Stelle alla Raggi: “Abbiamo fatto (hai fatto) alcuni errori, abbiamo chiesto scusa, andiamo avanti. Ma devi uscire dal Campidoglio, andare tra la gente”. Lei, graziata per i peccati veniali e mortali commessi, è ovviamente grata al suo benefattore e ha subito obbedito. Con sprezzo del pericolo si è immersa nella folla di tassisti in sciopero. “Sono con voi”, ha detto per catturare facilmente consensi e mal gliene incolse. Per poco ha scansato la rissa scatenata dai più esagitati e trascesa in violenza per lo squadrismo di infiltrati della neofascista Forza Nuova. La sindaca ha operato una veloce retromarcia con parole dure, postume e opportuniste, di condanna della violenza.

 

Tv: Berlinguer-D’Alema, Floris-Bersani

Esordio televisivo scissionista del martedì. L’ex direttrice del Tg3, figlia di cotanto padre, ovvero Bianca Belinguer, ha inaugurato il suo “Carta Bianca” di prima serata con l’esule numero uno dal Pd, al secolo Massimo D’Alema (e la par condicio?) nella nuova veste di show girl che promette informazione ma anche “leggerezza e spettacolo, lo vuole la gente!” (Sarà noto il compenso per queste performance?)

Floris, traferitosi alla corte di Cairo (sarà noto il nuovo e immaginiamo più lauto compenso?) si è garantito lo scoop di Bersani in studio.

Mancavano all’appello Speranza e Rossi, ma le assenze sono state compensate da ripetute apparizioni in tutta l’ampia gamma di strumenti mediatici.

 

Telegramma: l’arcivescovo Sepe, spedito a Napoli per sradicarlo dalle responsabilità di quando si occupava dello Ior, la banca vaticana al centro di vicende finanziarie oscure, si è deciso a sospendere il prete napoletano protagonista di festini gay. Domanda? Come sospeso…, significa che potrà tornare a dire messa e partecipare a incontri a luci rosse?

 

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento