Che sfortuna: verba volant (e dovrebbero rimanere)

Condividi questo articolo

Dal Mattino di oggi 12 Febbraio. Salvini, in un suo post sui disordini di Bologna: “Gli studenti? ‘zecche rosse’”. Eleonora De Majo, dema, arancione con De Magistris: “Te la diamo noi una lezione, bastardo. Ti aspettiamo l’undici Marzo”. Replica Salvini: “ Con queste belle parole la signorina Eleonora, consigliere (e non correttamente consigliera, ndr), che governa Napoli con il sindaco De Magistris (che tace) mi insulta e mi minaccia. Non mi fa paura, mi fa pena…Ci vediamo l’undici Marzo”. Fine dell’assalto? Standing ovation perla De Majo che che a sua volta coraggiosamente replicato: “Salvini non dovrebbe permettersi di dare lezioni sula violenza verbale, visto che fino a poco fa non esitava a chiamare i napoletani colerosi”. Fine del round e grande curiosità per l’esito del duello dell’undici marzo, ma nel frattempo grande empatia con la Giovanna d’Arco made in Naples e con le sue sciabolate verbali.

 

I “vip” di Medjugorje

Come anticipato ieri, Bergoglio vuole indagare sull’affare Medjugorje, esempio limite degli affari che gente senza ritegno lucra sulla credulità di fedeli sprovveduti, irretiti da fandonie su Cristi con le gote rigate da sangue e Madonne che piangono (grazie a un banale sistema di acqua pompata dal retro delle statue all’altezza degli occhi, ndr). Il giro di profitti sui colloqui a scadenze fisse della Madonna di Medjugorje con poveri cristi definiti “veggenti”, ha finalmente insospettito Papa Francesco che speriamo riceva dal cardinale Ruini, inviato in Serbia, prove di una mistificazione para religiosa. Intanto è da registrare l’elenco di personaggi noti, plagiati da chi tira le fila del miracolo che la Madonna di Medjugorje rinnoverebbe con metodica puntualità grazie a confidenze riservate a persone di mediocre quoziente d’intelligenza e alto indice di vulnerabilità psichica. Fan di quella statua sono personaggi sorprendenti. Fulminato sulla via di Medjugorje è il tecnico del calcio è Roberto Mancini (“ho partecipato anche ad apparizioni private!”) !.. e poi Andrea Bocelli, il cantante Umberto Tozzi, l’ex giornalista Paolo Brosio, lo stesso che Emilio Fede comandava a bacchetta nel corso del suo Tg, Gigi Buffon, l’allenatore Mihajlovic, la show girl Lorella Cuccarini, l’ex attrice Claudia Koll, fuggita dalla ribalta della popolarità e approdata al cattolicesimo integralista, la straripante Valeria Marini, ma soprattutto tanta povera gente, facilmente suggestionabile. Importante è che Bergoglio completi con la stoccata decisiva l’affondo contro il marchingegno inventato dai serbi come attrattore di risorse turistico-religiose-affariste.

 

*

Telegramma. “Per favore, glielo dico, ma rimanga tra noi”. La raccomandazione, indirizzata a un giornalista, ottiene l’effetto opposto. Diventa un invito a spifferare l’indiscrezione urbi et orbi, com’è avvenuto. Il giornalista della confidenza ha immediatamente pubblicato la frase dell’assessore all’urbanistica Berdini del comune di Roma, defenestrato dalla giunta grillina. Diceva: “La Raggi e Romeo (l’uomo illegalmente super promosso e iper pagato dalla sindaca, ndr), erano amanti”. Chissà se questo rapporto clandestino sarà scoperto anche dai magistrati. (Nella foto Berdini-Raggi)

Condividi questo articolo

Lascia un commento