Il racconto della domenica – Prigioni Familiari, di Manuela Mazzi

Condividi questo articolo

La prigione. Quella che ci danno gli altri. Quella che tante volte ci diamo noi stessi. Per la paura di scappare, per il timore di ribellarci, per non andare incontro al nostro destino. Che spesso è il vuoto assoluto della solitudine. C’è tutto questo, ma c’è anche la mano dell’investigatrice di razza nel bel racconto di Manuela Mazzi, toscana d’origine, napoletana di adozione, per anni pubblico ministero impegnata in delicate indagini di camorra, poi passata al non meno incandescente ruolo di pm degli affari civili. Quegli ‘affari’ che, appunto, spesso vedono in gioco la vita, e la morte, dei minori.

 

leggi il racconto

Condividi questo articolo

Lascia un commento