LO SCOOP ESTIVO DEL CORSERA / I BAGNETTI, LE PAPPE E L’ERBETTA DEI PAPA’ VENDOLA

Condividi questo articolo

“La mattina presto già a mare per evitare le ore più calde, il bagno con il bambino stretto tra le braccia, la passeggiata sull’erbetta a ridosso della spiaggia o all’ombra di un grande pergolato; poi l’ora della pappa, i sorrisi, le carezze e gli occhi che brillano”.

De Amicis e il suo “Cuore”? Liala e le sue innamoratine? L’ultima soap carioca per brindare agli anelli olimpici che volteggiano nei cieli di Rio?

Niente di tutto questo, boys! E’ invece “la routine che racconta la felicità di Nichi Vendola, la prima vacanza da padre dell’ex Governatore della Puglia”, dipinta dalla incantata penna dell’inviato del Corriere della Sera Bepi Castellaneta, che per la mezza pagina con foto del Nichi nell’azzurro mare di Otranto è di certo in corsa per il prossimo Pulitzer.

Tutti pendiamo dal suo inchiostro cristallino. “In tanti si fermano davanti a quell’ombrellone: alcuni stringono la mano ai genitori, altri chiedono di poter accarezzare il bimbo, altri ancora ripetono semplicemente ‘bravi’ mentre c’è chi consiglia ‘fregatevene e andate avanti’”. Vangelo.

Semplicemente stupendo lo squarcio nella vita della felice coppia con pargolo: “I genitori – veniamo a sapere dallo 007 di Via Solferino – non hanno voluto una baby sitter e non lasciano il piccolo neanche per un istante: Tobia ha un bel viso paffuto e un sorriso luminoso che spunta dal cappellino con tanti delfini bianchi su sfondo azzurro”. Mitico.

Eccoci alle emozioni paterne dell’ex governatore e ora governante: “Il mare gli piace, dovreste vederlo come sgambetta appena lo mettiamo in acqua”. Una pennellata tira l’altra: “ogni giorno è una meravigliosa scoperta, ciascun istante è una gioia immensa, proprio come oggi quando ha assaggiato la prima frutta fresca”. Manca solo la sagoma del Banderas – quel fusto – e il profumo del Mulino bianco…

Ma il governatore-governante trova il momento di riflettere sui drammi terrestri: “nei suoi occhi mi rifugio quando rimbalzano notizie dell’orrore che sta travolgendo il mondo”. Epico.

Imperdibili altre rimembranze che sgorgano dalla penna dell’Autore: “L’ex governatore – narra – non può dimenticare gli attacchi che hanno attraversato l’oceano quando si trovava in California: ‘Resto senza parole – dichiara – quando penso all’indifferenza di certa gente dinanzi ai progressi della scienza che produce morte mentre invece c’è tanto chiasso quando si fanno passi avanti per la vita”. Ma chi erano mai Kant e Sant’Agostino?

Incredibile lo scoop targato Corsera. Festeggia il neo editore Cairo, che ha già pronte le copertine per l’estate dei suoi Di più, Di più, Di più. Cosa volete di meglio dalla vita della super coppia con pargolo?

 

Nella foto, Vendola family 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento