GUERRE / SIMMETRICHE?  CHISSENEFREGA DEI MASSACRI DI BIMBI IN SIRIA…

Condividi questo articolo

Euclide sul piede di guerra. Matematici di tutto il mondo uniti per riflettere sullo storico evento. E’ arrivata l’ora dei conflitti “simmetrici”, oppure “asimmetrici”, un diluvio quotidiano di parole via esperti dell’ultima e penultima ora, i von Clausevitz sfornati come cornetti caldi delle università telematiche ora a la page. Il messaggio martella pomeridianamente via Sky, sull’onda delle suadenti interpretazioni belliche made in Saluzzi. Tra gli ultimi performer delle guerre “geometriche” il dotto Paolo Franco, star made in Corsera.

Peccato poco si parli – tra cateti e ipotenuse con l’elmetto – degli eccidi negli ospedali siriani per via delle bombe che più chirurgiche non si potrebbe, dei massacri di bambini colpevoli solo di vivere in un paese diventato macelleria per gli allenamenti delle truppe obamiane o di quelle putiniane.

Chissenefrega se a grappoli vengono sterminati innocenti, con quegli ordigni sempre più intelligenti. Neanche la geometria aiuta a evitare meno crimini di guerra, degni solo del tribunale internazionale dell’Aja: alla cui sbarra non vengono mai portati i veri killer, gli assassini di Stato o di Nazione, i nuovi Hitler riveduti, modificati, corretti e super innovati.

Nella foto Paola Saluzzi durante il suo talk pomeridiano su Sky

Condividi questo articolo

Lascia un commento