La Società Gattolica,  dove vivono fratellanza e uguaglianza /  Il racconto  della domenica di  Bruno Fedi

Condividi questo articolo

Per il racconto della domenica, scritto da Bruno Fedi, stavolta va in scena “La Società Gattolica”, che è “costituita da tutti senza distinzione di classe, o di casta, o di autorità (ciò che conta è credere) ed allora perchè con distinzione di specie? La presunzione di superiorità, che è esclusa per gli uomini fra loro, non può non riguardare anche gli animali, che fanno parte di un tutto, sono necessari alla sopravvivenza del tutto. Deve dunque esistere verso tutto il resto un rapporto che non sia di superiorità, di utilitarismo, ma di uguaglianza, almeno per quello che riguarda i diritti fondamentali. Quindi deve esistere fratellanza ed uguaglianza”.

Utopie in un mondo dove “l’uomo” è sempre più “non uomo”, capace di massacrare, torturare, vivisezione “l’animale” che non ha armi per difendersi? Forse. Ma occorre crederci. E lottare per un “altro mondo possibile”. Una società veramente “gattolica”. Ecco, a seguire, il racconto di Bruno Fedi. Per i precedenti basta scorrere la barra a destra e cliccare sullo spazio dedicato al “Racconto della Domenica”. Buona lettura.

 

http://www.lavocedellevoci.it/?page_id=4766

 

Condividi questo articolo

Lascia un commento