LADY DIANA  BRACCO FOR SKY / SOLIDARIETA’ AFRICANE E NUOVE CULTURE. MA SCORDAMMOCE  LE EVASIONI FISCALI…

Condividi questo articolo

Piatto forte per le antenne Sky del 20 febbraio lo scoop dell’anno: lady Diana Bracco, vice presidente di Expo, numero due di Confindustria e al vertice dell’impero familiare in pillole, parla della sua visione del mondo, a 360 gradi. Da vero manuale del provetto intervistatore, la conversazione raccolta dal direttore Emilio Carelli, genuflesso al punto giusto davanti al colosso della farmaceutica di casa nostra. Morbidamente ritratta nel salotto di casa stile principessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare, sobriamente ingioiellata, lady D. apre il suo cuore davanti alle telecamere di Murdoch.

E’ la paladina dei nuovi diritti civili che parla: “sono sempre d’accordo quando si tratta di allargare la sfera dei diritti, quindi vedo bene le nuove frontiere delle adozioni”, commenta.

Il lungimirante e umanissimo sguardo va ben oltre, e si spinge fino al continente africano. “Ricordo con grande emozione i nostri sforzi profusi nell’iniziativa ‘Woman for Expo’, la nostra solidarietà per bimbe e giovani donne in Africa. E i due programmi Bracco per l’Africa sono molto importanti, dove stiamo profondendo molti investimenti, sopratutto per la realizzazione di un centro diagnostico in Benin”. I “Semi di Sviluppo” germogliati a casa Bracco.

Ma è la Cultura, quella con la C maiuscola, che fa sussultare il grande cuore di Lady D. “Un plauso alla politica del ministro Franceschini, all’iniziativa dell’Art Bonus, a quanto previsto in tema di credito d’imposta per agevolare tutto quanto riguarda la promozione delle attività culturali”.

Quali difficoltà ha incontrato nel suo lavoro di imprenditrice?, osa chiedere l’ormai orizzontale Carelli. “Entrare nei gruppi degli uomini”, è la risposta di Lady D., stavolta in versione thatcheriana.

Qualche domandina sulla corsa per la poltrona di numero uno a Confindustria che sta entrando nel vivo e che fino a qualche mese fa la vedeva pomposamente ai nastri di partenza? Una piccola spiegazione per la candidatura mancata? Un altro piccolo chiarimento circa l’evasione fiscale da 1 milione di euro che va a processo il 16 marzo al tribunale di Milano? Su quelle fatture taroccate maldestramente confezionate dal distratto commercialista a sua sicura insaputa? Niente, quell’atmosfera fiabesca che si respira nella sua magione non va nemmeno sfiorata.

In attesa di un prossimo, magico incontro sui farmaci miracolosi made in Bracco, i prodigi dei suoi laboratori di ricerca, gli slanci umanitari verso tutte le popolazioni d’ogni latitudine. La location? C’è solo l’imbarazzo della scelta. La magione caprese a picco sul mare, o la variante in Costa Azzurra, oppure il rifugio di Megeve adagiato sulle morbide nevi.

 

nella foto di apertura Diana Bracco 

Condividi questo articolo

Un commento su “LADY DIANA  BRACCO FOR SKY / SOLIDARIETA’ AFRICANE E NUOVE CULTURE. MA SCORDAMMOCE  LE EVASIONI FISCALI…”

Lascia un commento