Il ring della politica

Condividi questo articolo

Un ironico osservatore del turbolento emiciclo dove i parlamentari ai azzuffano, incuranti della severa dignità istituzionale di Camera e Senato, ha inviato una raccomandata con ricevuta di ritorno ai presidenti Grasso e Boldrini. La richiesta è di allestire in area acconcia dell’aula un ring, con tanto di gong a segnalare i round in corso, medico di turno per assistere i contendenti, spugna e stick emostatici, spettatori paganti e giornalisti specializzati nel racconto della boxe o delle arti marziali. Ha esagerato il mittente dell’e-mail? Non lo sapremo mai: i due presidenti hanno il taccuino degli impegni senza più un rigo in bianco e altro a cui pensare. Peccato. Le fazioni che si scontrano sul tema delle Unioni Civili offrono spettacoli osceni a ripetizione: gongolano il centro destra e la Lega, plaudono al rinvio a cui è stato costretto il Pd per gettare acqua sul fuoco della rissa interna che vede gli uni contro gli altri i renziani, le minoranze dem e chi vorrebbe mettere la parola fine ai veti incrociati, cioè la Cirinnà, autrice del decreto legge sulle unioni civili che accusa di inefficienza politica i Dem e di tradimento i grillini. Il caos in seno al movimento Cinquestelle è come un tifone: investe i militanti (Facebook, Twitter) furibondi per gli ostacoli posti dai loro parlamentari all’approvazione del decreto (“un voltafaccia che segnala immaturità e sbandate a ripetizione”). Bocciato il “super canguro”, che avrebbe azzerato i tempi di avvicinamento al voto e cancellato la discussione su migliaia di emendamenti strumentali, Renzi non ha trovato di meglio che dormirci su per una settimana. Indispettito per le lungaggini dell’iter parlamentare, Nichi Vendola, leader di Sinistra e libertà, si appresta a diventare padre, a prescindere. Presto s’imbarcherà sul jet in partenza (probabilmente), per il Canada dove la normativa per le Unioni Civili è tra le più avanzate. Con lui, il compagno italo canadese Ed Testa. Si tratterranno per un soggiorno non breve che potrebbe riservare la “sorpresa” del matrimonio e dell’adozione di un figlio. Vendola, considerata la strada in salita della Cirinnà, avrebbe deciso di accelerare i tempi di ufficializzazione del suo rapporto affettivo in un Paese dove le conquiste dei diritti civili sono consolidate.

Nella foto Nichi Vendola 

 

Il test di David Wong

Si deve all’Università della California e può essere la notizia del secolo in campo medico: David Wong ha messo a punto un semplicissimo test per accertare la presenza di un tumore con una sola goccia di saliva, cioè con un metodo non invasivo e più sicuro della biopsia. Straordinaria è la possibilità di fare il test perfino a casa propria e l’attendibilità per il momento è stata accertata per i tumori del polmone, del pancreas, ma la prospettiva è di altrettanta efficacia su altre forme di cancro. Inoltre il risultato è immediato a differenza dei metodi attuali che richiedono un paio di settimane. L’approvazione delle autorità di controllo sui farmaci è prevista tra due anni, la disponibilità tra quattro. Purtroppo sono questi i tempi di verifica per i nuovi presidi medici ma il passo in avanti per combattere i tumori è notevole grazie alla tempestività della diagnosi che consente di affrontarli con successo.

Condividi questo articolo

Lascia un commento