I disuguali del Nepal

Condividi questo articolo

Schermata 2015-04-29 alle 08.41.52

La tragedia del Nepal diventa un’ecatombe e smentisce ogni più nera previsione, aggiornando di ora in ora il numero dei morti. Di più c’è un evidente insufficienza nell’assistenza ai sopravvissuti, privi del minimo comfort, assetati, affamati, in preda all’ipotermia, mal assistiti per mancanza di strutture, medici, farmaci, disperati per i familiari vittime del sisma e per il loro futuro su cui incombe il rischio di crescita della povertà. Secondo un uomo leale, esperto alpinista e detentore di record nella scalata delle più alte montagne, anche il terremoto sembra discriminare socialmente. Reinhold Messner giudica insopportabile la diseguaglianza della macchina dei soccorsi che avrebbe privilegiato le troupe di scalatori dislocati sulle falde dell’Everest, con grande dispiego di mezzi. La denuncia provoca brividi di indignazione e c’è solo da augurarsi che la solidarietà dimostri rapidamente che Messner ha torto.

Condividi questo articolo

Lascia un commento